Sabato, 15 Maggio 2021
Eventi

San Giovanni Teatino celebra le forze armate e il centenario dalla fine della Grande Guerra

Due cerimonia, una a San Giovanni Alta e una a Sambuceto, per rendere onore ai Caduti e tramandare la memoria di quel che è stato

L’amministrazione comunale di San Giovanni Teatino ha organizzato, per domenica 4 novembre, due eventi in occasione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, e per la ricorrenza dei Cento anni dalla fine della Grande Guerra (1915/1918).

Le celebrazioni si apriranno alle ore 9.30, a San Giovanni Alta, con un corteo in partenza da piazza Marconi, fino al monumento ai caduti della Prima guerra mondiale. All'arrivo del corte, ci saranno la depoiszione della corona d'alloro, gli onori ai caduti, il Silenzo e l'intervento del sindaco Luciano Marinucci. 

Il secondo evento è in programma a Sambuceto, dalle ore 10. Dopo la celebrazione della Santa Messa in onore dei caduti, è previsto il ritrovo delle autorità al monumento ai Caduti in corso Italia. Ci saranno la deposizione della corona d’alloro, gli Onori ai caduti, il Silenzio e l’intervento del sindaco Marinucci. Durante le celebrazioni, alcuni amministratori comunali leggeranno lettere dei soldati dal fronte della Prima Guerra Mondiale. Una, in particolare, con la data del 4 novembre 1918.

Commenta il primo cittadino: 

Il concetto odierno di sacrificio, soprattutto per le nuove generazioni, è molto diverso rispetto a quello di cento anni fa ed è per questo che abbiamo il dovere morale di conservare e proteggere la Memoria, intesa come Memoria storica e come ricordo collettivo dei caduti. Dobbiamo cercare di farlo trasmettendo ai più giovani il senso più profondo di determinati valori, in nome dei quali tantissimi ragazzi, in occasione della Grande Guerra e di tutte le guerre, hanno perduto il bene supremo che è la vita. Per tutte queste ragioni, invito la cittadinanza a partecipare numerosa.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni Teatino celebra le forze armate e il centenario dalla fine della Grande Guerra

ChietiToday è in caricamento