A Gessopalena si racconta il Natale con le farchie di Fara Filiorum Petri

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Gessopalena
  • Quando
    Dal 27/12/2019 al 28/12/2019
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    5 euro
  • Altre Informazioni
    Tema
    Natale

Venerdì 27 e sabato 28 dicembre, dalle ore 18, nel suggestivo scenario del borgo medievale di Gessopalena, è in programma l'evento “Raccontiamo il Natale”, nato da un’idea di Carmine Simone, teologo, per la regia di Gabriele Tinari e patrocinato dai Comuni di Gessopalena e Fara Filiorum Petri.

La voce del pastore errante, affidata a Leo Di Paolo, traghetterà gli spettatori indietro nel tempo, nella narrazione della nascita di Gesù Bambino, fino all’adorazione alla capanna, dove ci saranno san Giuseppe, interpretato da Giuseppe Di Paolo e la Madonna, da Giulia Di Paolo.

L’evento si realizzerà con la collaborazione del Teatro Possibile, Amici del Borgo Le Caltàpie, e del Coro Mastro Davide di Gessopalena diretto dal maestro Emanuele Rosa. Saranno inoltre presenti, tra le antiche case di gesso, le Farchie di Fara Filiorum Petri.

Quando nasce un bambino, al giorno d’oggi, s’appone una coccarda, rosa o azzurra, per celebrare l’evento. Nei giorni successivi alla nascita, nella casa dei genitori, si recano parenti ed amici per conoscere il neonato e portargli dei doni. Qui troveranno in cambio, dolciumi e bevande di cui la dimora, è piena nei mesi successivi al lieto evento. Queste sono le nostre tradizioni. Ma da dove nascono? “Raccontiamo il Natale” intende far prendere coscienza che tutto parte dalla natività. Le coccarde ricordano la stella cometa, che guidava re magi e pastori adoranti nel luogo santo, esattamente come oggi indicano quelle dimore baciate dal lieto evento.

Betlemme significa “casa del pane” e Gessopalena, nei due pomeriggi dedicati al presepe vivente,  offrirà ai visitatori pane azzimo e vino e ai bambini pizzelle e cioccolato.

Quando i viandanti giunsero per l’adorazione, in cambio ricevettero il sorriso di un bambino straordinario, giunto per salvare gli uomini.

L’ingresso all’evento prevede un contributo volontario di minimo 5 euro.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Arriva a Chieti il circo Maya Orfei e Madagascar

    • dal 18 al 27 settembre 2020
  • Giornate Europee del Patrimonio: visite alle Terme romane e a Santa Maria del Tricalle

    • Gratis
    • dal 26 al 27 settembre 2020
    • Terme Romane
  • Crecchio, Orsogna, Ortona e Guardiagrele ospitano il festival Artinvita

    • Gratis
    • dal 18 settembre al 4 ottobre 2020

I più visti

  • Mostra di abiti e tessuti abruzzesi a palazzo Valignani

    • dal 15 giugno al 30 settembre 2020
    • Palazzo Valignani
  • Arriva a Chieti il circo Maya Orfei e Madagascar

    • dal 18 al 27 settembre 2020
  • Cinquant'anni di rugby a Chieti: tra polvere, fango e amicizia

    • Gratis
    • 27 settembre 2020
    • club house del campo da rugby di Chieti
  • "Senza confini. Donne da oriente a occidente", nuova mostra al de' Mayo

    • dal 11 settembre al 22 novembre 2020
    • Palazzo de' Mayo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    ChietiToday è in caricamento