rotate-mobile
Eventi

Al G.B. Vico torna la Notte nazionale del liceo classico

L'evento si svolgerà venerdì 1 dicembre dalla ore 16

Torna la Notte nazionale del liceo classico: venerdì 1 dicembre, dalle 16 alle 18 il liceo classico “G.B. Vico” di Chieti partecipa all’evento culturale di promozione della cultura dell’antichità aprendo le porte dei suoi locali alla cittadinanza. Quest’anno, per la prima volta, oltre al consueto appuntamento primaverile in cui i licei classici si impegnano a presentare alla cittadinanza inedite performance dei propri studenti allo scopo di valorizzare la passione da essi nutrita nei confronti delle nostre radici comuni greco-romane, viene riproposta una selezione di quanto già presentato nella scorsa edizione. Il titolo del’evento del Vico è “L’ambiguo malanno”. La Notte nazionale del liceo classico nasce da un’idea del professor Rocco Schembra, docente di latino e greco del liceo classico “Gulli e Pennisi” di Acireale (Catania).

Durante l’evento il liceo classico avrà il piacere di illustrare la propria offerta formativa  che si articola nei due indirizzi, ordinamentale e potenziamento di matematica, accanto ai quali si pone, grazie all’annessione all’omonimo Convitto, il liceo classico europeo, percorso di studi in cui antichità e modernità si fondono per incontrare le esigenze del mondo attuale. 
Le attività dell'ampliamento dell’offerta formativa spaziano poi dall’internazionalizzazione, nelle declinazioni di scambi culturali, stage linguistici e progetti Erasmus alle attività sportive, quali le Convittiadi e i campionati studenteschi, a quelle prettamente didattiche.

“Non ci si stancherà mai di ripetere che la Notte nazionale del liceo classico è più che una festa – si legge in una nota del coordinamento nazionale dell’evento - . È, innanzitutto, un modo alternativo e innovativo di fare scuola e di veicolare i contenuti, un puntare su una formazione di natura diversa che non va a sostituire quella tradizionale, ma le si affianca in maniera produttiva e proficua. Il bello della Notte nazionale non è solo nella notte stessa, ma nei lunghi e laboriosi preparativi che la precedono, che fanno sì che gli studenti identifichino i locali in cui quotidianamente vivono le ansie e le aspettative di un cammino di studio, faticoso ma gratificante, con un ambiente ludico, in cui cultura vuol dire gioia, piacere di condivisione, rispetto dei tempi e delle parti. Tutti assieme, in una Italia finalmente unita nell’ideale di difesa, promozione e salvaguardia delle nostre radici più autentiche, quelle della civiltà greco-romana”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al G.B. Vico torna la Notte nazionale del liceo classico

ChietiToday è in caricamento