menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non solo musica, le mostre della Settimana Mozartiana

La Settimana Mozartiana a Chieti è anche una piacevole carrellata di mostre d'arte aperte fino a sera che arricchiscono il calendario. Ecco il tour tra le esposizioni aperte in questi giorni anche di sera

Non solo Mozart, non solo musica. La Settimana Mozartiana a Chieti è anche una piacevole carrellata di mostre d’arte aperte fino a sera che arricchiscono con garbo il fitto calendario di appuntamenti. Il tour comincia da piazza G.B. Vico, dove è impossibile non notare un grande cuore rosso custodito al centro dell’area da una recinzione: è l’installazione di Mariantonietta Sulcanese “6 Aprile 2009 ore 3.32”  ispirata al terremoto dell’Aquila. Le opere della Sulcanese sono esposte all’interno della galleria Trifoglio nella mostra personale “Tempo di fuoco e terra” che raccoglie l’ultima produzione dell’artista pescarese. La personale resterà a Chieti fino al 25 luglio e in questi giorni è visitabile fino a mezzanotte.

A pochi metri dalla piazza, la Bottega d’arte della Camera di Commercio dalle 18,30 alle 24 propone un’anticipazione della collezione di abiti da sposa 2016 ispirata alla moda settecentesca di Nicola Trotta, lo stilista delle dame della Settimana Mozartiana. Il Museo di Palazzo de’ Mayo ospita invece Moz’Art, la prima collettiva d’arte dedicata alla Settimana Mozartiana;  da non perdere, oltre alle esposizioni permanenti, la mostra in corso al S.E.T. lungo corso Marrucino, sul Guerriero di Capestrano ottant’anni dopo (apertura dalle 18 alle 23).

Il foyer bar del teatro Marrucino fino a domani invece ospita la mostra fotografica di Daniele De Luca “50 Sfumature di Teate”, ovvero luoghi e volti dell’Antica Theate visti con gli occhi del fotografo teatino. Aperture serali anche al Museo Barbella sulle note del sottostante salotto di musica classica di chiostro Martinetti -Bianchi: la pinacoteca è aperta dalle 17 alle 23, all’interno è in corso la mostra del Movimento del Guardare Creativo, “Creatività come colore, linea, luce”, con le opere di 33 artisti. Infine, c’è la possibilità di effettuare visite guidate all’interno del teatro Marrucino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento