“Questo magnifico monumento”: una mostra sull'Acquedotto delle luci di Histonium

Da lunedì 23 a martedì 31 dicembre, Italia Nostra del Vastese organizza la mostra “Questo magnifico monumento”, una selezione di suggestive immagini tratta dalle centinaia di inedite foto scattate nell’ultimo decennio dagli archeospeleologi durante le esplorazioni dell’Acquedotto delle Luci di Histonium. L'esposizione, nella sala Mattioli di Vasto, in corso De Parma 4, si può visitare dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 18 alle 20. L'inaugurazione è in programma alle ore 18 del 23 dicembre. L'ingresso è gratuito. Per info: vasto@italianostra.org; 3483576711 (anche tramite WhatsApp).

Il titolo della mostra trae spunto dall’incipit del testo inciso nel 1819 su una lastra di marmo affissa a 12 metri di profondità alla base del pozzo, dal quale prende origine l’antico acquedotto. Qui iniziava e inizia ancora il percorso di questa meraviglioso capolavoro dell’ingegneria idraulica che per quasi duemila anni, fino agli anni venti del secolo scorso, ha soddisfatto le esigenze igieniche ed alimentari degli abitanti della romana Histonium, del medievale Guasto Aimone e della moderna Vasto.

Italia Nostra sta portando avanti da anni, in collaborazione con la Parsifal Società Cooperativa di Vasto, un ampio e articolato progetto di esplorazione, studio e valorizzazione di "Questo magnifico monumento", organizzando battaglie legali, conferenze ed incontri pubblici, per diffonderne la conoscenza e collaborando con il Comune e con la Soprintendenza per la sua tutela.

Nel 2019 ricorrono i duecento anni dal termine dei grandiosi lavori di restauro e ripristino funzionale dell’acquedotto, come riportato nell’iscrizione sopra ricordata:

Questo acquedotto/magnifico monumento/della potenza romana/dalla barbarie de' tempi posteriori/quasi distrutto/fu grandiosamente ripristinato/nel 1819

Dalla fermezza dal civismo e dall'abilità/del deputato direttore Quirino Mayo/del sottodiputato Gioacchino Vassetta/e del maestro Fontanaro Raffaele Prisco/di Napoli


Come 200 anni fa, si propone con forza che l’Acquedotto delle Luci venga “Grandiosamente Ripristinato”, così che torni a svolgere di nuovo un ruolo di rilievo per la comunità vastese. In tal senso la mostra vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell'antico monumento, auspicando che le sue potenzialità (valorizzazione turistica, utilizzo delle acque) trovino realizzazione e che vengano risolte le negatività derivanti dal suo abbandono e dall’incuria (dispersione delle acque e dissesto idrogeologico).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Sangiò legge" si sposta sul web: in diretta Facebook la rassegna letteraria di San Giovanni Teatino

    • Gratis
    • dal 5 novembre 2020 al 22 aprile 2021
  • Giornata internazionale della donna: dialogo con l'artista Gabriella Capodiferro

    • solo domani
    • 7 marzo 2021
  • Nelle parrocchie di San Salvo c'è la "Family week"

    • dal 14 al 21 marzo 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ChietiToday è in caricamento