rotate-mobile
Eventi

Anteprima Lunario 2023, al Marrucino c'è anche l'europarlamentare Mario Furore

Brindisi e ironia nel foyer del teatro di Chieti per la presentazione dello storico almanacco enogastronomico

È stata presentata ieri, nel foyer del teatro Marrucino di Chieti, l’anteprima del Lunario 2023, il calendario in vernacolo teatino giunto alla 36ma edizione: il tema di questa edizione è “Il brindisi delle radici”.

Sono intervenuti il sindaco di Chieti Diego Ferrara, Angelo Radica, il presidente nazionale delle città del vino e sindaco di Tollo, Maurizio Formichetti, presidente  degli Achilliani, Giuseppe Nubile presidente di Docemus Onlus, lo chef Santino Strizzi, la sommelier Annamaria Acunzio, Valerio Cesarini, presidente Wigwam Chieti.

Mattatore della giornata il gastronauta ribelle ed ideatore del Lunario, il giornalista Ugo Iezzi. C'era anche un altro amico del Lunario, l’europarlamentare Mario Furore, che ha dato nota dei fondi europei previsti per i Comuni. Interessante siparietto tra il sindaco Ferrara ed il dottor Nubile, in passato suo professore universitario. Tra serio e semiserio con un brindisi delle radici.

L’almanacco enogastronomico per eccellenza, “Il Lunario”, ne ha fatta di strada, su intuizione del suo deus ex machina, il giornalista gourmet Ugo Iezzi, con la collaborazione del collega Mario D’Alessandro, (detto Lu Barone della Stampa teatina) che ha sempre maniacalmente rivisitato detti, tradizioni, piatti , indovinelli e del prof. Gianfranco Tartaglia (Alias Passepartout) raffinato vignettista con un tratto tutto suo, unico ed accattivante, glamour ma mai volgare, sempre capace di dare quel “quid pluris”, la famosa ciliegina sulla torta del Lunario di turno. 


da six: D’Alessandro, Ferrara, Furore, Fioriti, Iezzi-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anteprima Lunario 2023, al Marrucino c'è anche l'europarlamentare Mario Furore

ChietiToday è in caricamento