menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lanciano diventa capitale dell'intercultura con la premiazione del concorso internazionale "Amico Rom"

Si inizia al Parco della memoria, per l'anniversario dell'inaugurazione in Italia del primo grande monumento al Samudaripen (genocidio) dei rom e sinti

Venerdì 4 ottobre Lanciano diventa capitale dell'intercultura ospitando tre appuntamenti gratuiti, organizzati dal Comune, in collaborazione con l'Ucri (Unione delle Comunità Romanès in Italia), l'associazione Them Romano di Lanciano, l'Anpi di Lanciano, l'associazione Logos Cultura di Pescara, la cooperativa Il Geco di Isernia, la Regione Abruzzo e altre associazioni locali.

Alle ore 10, al parco delle Memorie, si terrà l'anniversario dell'inaugurazione in Italia del primo grande monumento al Samudaripe (genocidio) dei rom e sinti alla presenza delle autorità, di studenti ed insegnanti, associazioni e rom e sinti.

Dalle 14 alle 17, si terrà nella sede nazionale dell'associazione Them Romano, in via Santa Maria Maggiore,12 il convegno nazionale "Rom, Sinti e Camminanti tra memoria e attualità", organizzato in collaborazione con l'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (Unar), dipartimento della Presidenze del Consiglio dei Ministri di Palazzo Chigi e Formez. I relatori saranno Luca Bravi e Santino Spinelli.

Alle ore 21, al teatro Fenaroli, si svolgerà la solenne cerimonia di premiazione del 26esimo concorso artistico internazionale "Amico Rom", il più importante e longevo concorso al mondo che riguarda la popolazione romanì (rom, sinti, kale, manouches e romanichals). Il concorso è stato vinto dallo scrittore rom finlandese Veijo Baltzar, che sarà presente alla premiazione.

Il Premio alla Carriera 2019 andrà al docente universitario rom bulgaro Hristo Kyuchukov, autore di libri scientifici.

Il Premio Eccellenza Romani 2019 sarà conferito al rom serbo Bajram Haliti, avvocato e scrittore, e alla stilista di alta moda Concetta Sarachella, della comunità rom di Isernia. Il Premio Phralipè 2019 (Solidarietà e Fratellanza) sarà conferito a don Marco Lai della Caritas di Cagliari, Pino Nicotri di Milano e a Luca Vitone di Milano,  autore del film documentario "Romanisthan, da Bologna a Chandigarh", il viaggio a ritroso nella storia, la lingua e la cultura dei rom.

Nel Comitato d'Onore Internazionale figurano tante personalità che saranno presenti per la consegna dei premi. Fra loro, oltre al sindaco Mario Pupillo, il giornalista e film maker Orhan Galjus che verrà da Amsterdam, il compositore e direttore d'orchestra Paco Suarez che verrà da Madrid, il regista e sceneggiatore Carmine Amoroso e tante eccellenze abruzzesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento