menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Feste di settembre 2017: 150mila presenze e uno straordinario indotto per Lanciano

Il bilancio dell'edizione da poco archiviata. Il presidente Trevisan confermato anche per il 2018

Un bilancio molto positivo quello delle Feste di Settembre 2017 di Lanciano che quets'anno ha ospitato oltre cinquanta eventi, dalla Fiera di Sant’Egidio ai concerti finali di Dodi Battaglia e Alex Britti in piazza Plebiscito, passando per le meravigliose luminarie di Gianfranco Paulicelli, le quattro serate di fuochi pirotecnici, la Banda Città di Fossacesia “Tanino De Vincentiis”, la grande partecipazione, soprattutto di giovani e bambini, alla sfilata del Dono e la sempre emozionante Processione alla Madonna del Ponte.

Numeri straordinari quelli elencati dal comitato: sono state stimate più di 150mila presenze durante le Feste di Settembre, considerando solo gli eventi principali: Fiera di Sant’Egidio (15mila), Dono (20mila), Apertura (20mila), UT New Trolls (15mila), Dodi Battaglia (35mila) e Alex Britti (50mila) che hanno creato un indotto di straordinarie dimensioni.

Continuando sull’onda dei numeri, nel corso della conferenza stampa organizzata questa mattina per tracciare il bilancio delle Feste, il presidente Maurizio Trevisan ha anche reso noto costi e ricavi. Le spese per le Feste di Settembre 2017 ammontano a circa 170mila euro (proprio in questi giorni si sta ultimando il bilancio nel dettaglio), a fronte di entrate che raggiungono circa 165mila euro (100mila solo di sponsorizzazioni, il resto ottenuto tra Sant’Egidio, giostre, lotteria, questua e il contributo dell’amministrazione comunale di 10mila euro). “Siamo riusciti pressoché a bilanciare entrate e uscite – ha dichiarato il presidente Maurizio Trevisan – con un lavoro straordinario e faticosissimo, soprattutto con gli sponsor privati che hanno risposto in maniera inaspettata. Molto più deludente, invece, la ‘risposta’ di alcuni commercianti del centro, soprattutto di chi beneficia direttamente delle centinaia di migliaia di persone presenti in città durante i giorni di Festa, nonché di alcuni ambulanti. Sono estremamente soddisfatto di come sono andate le Feste – aggiunge Trevisan – e un ringraziamento di cuore, a questo proposito, va fatto agli sponsor. Ringrazio l’amministrazione comunale nella persona del Sindaco Mario Pupillo per la fiducia accordatami, gli assessori Marusca Miscia e Francesca Caporale e i rispettivi uffici, che hanno lavorato con grande impegno per garantire la riuscita della manifestazione, che si è svolta senza intoppi e problemi particolari. L’augurio per il prossimo anno, se la mia candidatura dovesse essere riconfermata, è di riuscire, insieme al Comune, a superare qualche piccola criticità e sensibilizzare di più la città, per organizzare delle Feste non soltanto al livello di quelle di quest’anno, ma ancora più spettacolari!”.

“Siamo molto soddisfatti dell'enorme successo registrato con le Feste di Settembre 2017 – ha sottolineato il sindaco Mario Pupillo - Un'edizione che passerà sicuramente alla storia per la quantità e la qualità delle proposte messe in campo. E' stato un successo riconosciuto all'unanimità che ha fatto bene a Lanciano, alla sua storia, alla sua tradizione e non da ultimo, alla sua economia: le Feste hanno generato un indotto, stimato al ribasso per prudenza, che parla di almeno 1,5 milioni di euro di movimento per l'intero cartellone. Siamo felici di aver fatto la scelta giusta a febbraio, con l'affidamento dell'incarico a Maurizio Trevisan: incarico che ovviamente confermiamo anche per la prossima edizione 2018 perché intendiamo migliorare il risultato di quest'anno, con il contributo di tutti, in primis quello del Comune che aumenteremo per dare ancora più forza e importanza a un evento che rende il nostro centro urbano meta di decine e decine di migliaia di persone. Un particolare ringraziamento a tutto il personale degli uffici comunali coinvolti nell'organizzazione delle Feste e alle Forze dell'Ordine che hanno permesso uno svolgimento delle Feste in totale sicurezza”.

“La scelta precisa di puntare sulla musica e i grandi nomi – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Marusca Miscia - è stata vincente e non possiamo che essere soddisfatti di quanto realizzato. Va sottolineata l’attenzione di tutta l’amministrazione comunale, con il coinvolgimento diretto di alcuni consiglieri comunali, che hanno dato un grande apporto alle Feste, e l'approccio inclusivo della manifestazione, che si è evidenziato nella cura di certe attenzioni, come quelle nei confronti dei più deboli con la balconata della Casa di conversazione riservata ai diversamente abili per le tre serate clou”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento