Martedì, 18 Maggio 2021
Eventi

Festa della Donna: nei comuni del Chietino immigrati consegnano mimose, dediche e manufatti

Dediche e auguri alle donne nei comuni che li accolgono. L'iniziativa dei centri di accoglienza gestiti dal Consorzio Matrix

Anche quest'anno gli immigrati dei centri di accoglienza nel Vastese e nella Provincia di Chieti gestiti dal Consorzio Matrix hanno voluto omaggiare il gentil sesso con varie iniziative, soprattutto con la consegna del dono floreale per antonomasia lungo le strade dei comuni che li ospitano.

A Carunchio come a Celenza sul Trigno ad esempio le mimose sono state consegnate all'uscita delle scuole e degli uffici pubblici con pergamene scritte a mano dai ragazzi, autori di frasi come "Il mondo senza donna è l'inferno, diventa paradiso solo se c'è LEI. Auguri a tutte le donne".
Anche dal CAS Hotel Costa Lecceta di Torino di Sangro i migranti hanno organizzato la distribuzione di un omaggio floreale con biglietto d'auguri annesso per il sindaco e per le donne di tutto il territorio comunale.

A San Salvo nelle piazze sono stati donati portachiavi in lana e cotone, di varie forme prevalentemente a forma di cuore, fatti all'uncinetto da un ospite della struttura, anche la sindaca Tiziana Magnacca ha ricevuto e gradito questo gesto di affetto. A Vasto, dal Centro di Accoglienza "Girasoli", confezioni fatte a mano e primule sono giunte nelle mani delle donne incontrate a piazza Rossetti, piazza Barbacani e al Palazzo di Città. Altri esponenti del Consorzio Matrix hanno fatto visita alle donne che ogni giorno alla Caritas si prodigano per gli altri.

Un’iniziativa simile si è svolta anche a Lanciano, dove i migranti accolti in zona hanno realizzato pacchetti regalo con primule distribuite in corso Trento e Trieste, piazza Plebiscito, fino al Municipio. Sono stati invece segnalibri personalizzati con dediche e auguri alle donne l'omaggio degli ospiti del CAS di Guardiagrele: destinatarie dei presenti le donne incontrate nei pressi del Comune e delle scuole. A Fara Filiorum Petri mazzolini di mimose corredate da cartoncini colorati sono state donate nei punti di raccolta in piazza del Mercato e in piazza del Municipio.

“Tutte queste iniziative  - spiega Vincenzo Scardapane del consorzio Matrix - sono state fortemente volute dai giovani immigrati perché vogliono manifestare il loro affetto verso l'universo femminile e anche per sublimare quell'amore che nutrono verso le proprie mamme, sorelle, nonne, nonché mogli, lasciate nei loro paesi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Donna: nei comuni del Chietino immigrati consegnano mimose, dediche e manufatti

ChietiToday è in caricamento