Eventi Fara Filiorum Petri

Fara Filiorum Petri: tutti pronti per le farchie, l'evento mercoledì e giovedì

Mercoledì 16 e giovedì 17 gennaio rivive a Fara l'antica tradizione delle farchie, giganteschi fasci cilindrici di canne preparati da sedici contrade del posto

A Fara Filiorum Petri tornano le attesissime Farchie nella giornata di mercoledì 16 gennaio e giovedì 17, quando si celebra S. Antonio Abate. Divenute a pieno titolo una delle feste più importanti in Italia, con tanto di marchio registrato alla Camera di Commercio, le Farchie, con una tradizione di ben duecento anni, sono soprattutto un momento di partecipazione e tradizione.

Tecnicamente si presentano come dei giganteschi fasci cilindrici di canne legati con rami di salice rosso aventi diametro di 70-100 centimetri e una lunghezza di 7-9 metri. Di solito sono preparate da 16 contrade che il pomeriggio del 16, verso le 13,30 le conducono fino alla chiesa di S.Antonio, dove all'imbrunire si incendiano.

I cittadini di Fara sono a lavoro da almeno una settimana per preparare questa “tipicità”. “La Farchia è perfezione tecnica che viene evidente solo dopo che è innalzata - afferma il sindaco di Fara Filiorum Petri, Domenico Bucciarelli, -  la verticalità, il giusto allineamento dei nodi, la corretta sistemazione delle canne per evitare rigonfiamenti o torsioni, sono i requisiti principali di giusta maestria, messi in relazione con le dimensioni metriche”. Una maestria che, malgrado centinaia di imitazioni, solo a Fara Filiorum Petri sanno fare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fara Filiorum Petri: tutti pronti per le farchie, l'evento mercoledì e giovedì

ChietiToday è in caricamento