Stellario, secondo atto: da Berlino arriva il dj Moritz von Oswald

Biografia Moritz von Oswald:
Moritz von Oswald (Berlino, 1962) è un polistrumentista, compositore e produttore discografico tedesco. È noto per essere uno dei più influenti e importanti produttori per progetti di musica elettronica dagli anni ’90 ad oggi, come testimonia il vasto catalogo della casa discografica che conduce assieme a Mark Ernestus, la Basic Channel. Oltre che produttore è anche diretto protagonista nel duo “Basic Channel” (omonimo della casa discorgrafica) e in “Maurizio”, tra i progetti di punta della musica elettronica tedesca sin dai primi anni ’90 e ancora attivi, innovativi per la proposta di una commistione tra techno, dub e reggae, con un respiro complessivo vicino alla world music, ancorché fortemente connotata dall’elettronica.
Sotto innumerevoli pseudonimi, ha modellato la storia delle musiche elettroniche; la sua influenza si fa oggi sentire nella techno, ma anche nella house, nel dubstep e nell’elettronica, senza dimenticare le musiche sperimentali più accademiche. Che si trovi nella veste di produttore, in quella di ingegnere del mastering o, più di recente, con remix e con altri tipi di progetti che portano il suo nome, von Moritz persegue un cammino che consiste nel riformulare a lungo temine le aspettative del pubblico di musiche elettroniche contemporanee.
I suoi esordi musicali risalgono ai primi anni ’80, quando fu percussionista per un breve periodo per i Palais Schaumburg per gli Associates, ma comiciò a muoversi verso il mondo dell’elettronica verso la fine del decennio. Questa strada lo porta inizialmente assieme a Thomas Fehlmann a produrre sotto lo pseudonimo 2B e poi 3B alcuni lavori, che li conducono anche ad una collaborazione con Juan Atkins (“3MB Feat. Magic Juan Atkins” – 1992). Negli anni successivi è cofondatore dell’etichetta Basic Channel assieme a Mark Ernestus, tramite la quale con vari lavori editi con vari pseudonimi dai due (Cyrus, Maurizio, Phylyps, Quadrant, Rhythm & Sound, Round Five, Round Four, Round Three, Round Two e Round One) a partire dal 1993 cominciarono a gettare le basi della minimal techno, divenendo di fatto uno dei rami dell’asse Detroit/Berlino assieme ad artisti come Robert Hood, Jeff Mills, Mike Banks e UR. Vivendo e operando a Berlino, von Oswald fu anche parte della scena musicale che ruotava attorno al Tresor Club, importante locale berlinese ancora in attività, così come all’Hardwax, il negozio di dischi di Mark Ernestus. Questi per lungo tempo sono stati luoghi di incontro importanti per gli artisti della scena techno tedesca e non solo. I progetti Basic channel e Maurizio sono caratterizzati da musica con battute 4/4, sintetizzatori sincopati e lievemente sopra tempo, spesso uniti ad atmosfere afro-reggae, una sorta di marchio di fabbrica. Questi lavori hanno influenzato artisti come Richie Hawtin, Thomas Brinkmann, Robert Henke (Monolake), Wolfgang Voigt e successivamente altri artisti prodotti dalla etichetta Chain Reaction, una costola del progetto Basic Channel, che con il tempo si è arricchito di molti sottoprogetti, legati alla produzione di artisti emergenti con forti influenze afro e reggae che si esplicitano principalmente nel progetto Wakies o a reworks dovuti a importanti artisti come Burial.
Nel 1996 hanno cominciato a lavorare con l’artista di reggae domenicano Paul St. Hilaire (Tikiman) nel quadro dei loro progetti Main Street (destinato in origine, alle produzioni più orientate verso la house) e Rhythm & Sound. Hanno anche creato le etichette Burial Mix e Rhythm & Sound per far uscire dischi di artisti reggae quali Cornell Campbell, Shalom, The Chosen Brothers, Love Joy, Jennifer Lara, Jah Batta, Willi Williams o Sugar Minott.
Campioni di lunga data della ‘cultura del vinile’, Mark Ernestus e Moritz von Oswald hanno creato Dubplates & Mastering, attraverso il quale il talento di Moritz von Oswald non ha smesso di contribuire allo sviluppo della musica elettronica in Germania e a livello internazionale. Ha masterizzato un numero impressionante di produzioni, alcune uscite per importanti etichette quali BMG o Universal e altre su etichette indipendenti come Planet E.
Il loro amore per il vinile e per il dub giamaicano li ha condotti a farsi carico di due progetti di riedizioni di dischi reggae che hanno fatto conoscere a nuove fette di pubblico il lavoro di artisti di dub influenzati dallo Studio One. Nel 2006-2007, Moritz von Oswald si è esibito con Narod Niki (il gruppo di Ricardo Villalobos) al Festival Jazz di Montreux e a Sónar (Barcellona).
Ha proseguito la sua collaborazione con Ricardo Villalobos e Max Loderbauer di Sun Electric componendo una musica originale per il capolavoro del cinema muto realizzato nel 1927 da Walter Ruttman, Berlino, sinfonia di una grande città; brano che è stato eseguito in prima assoluta nel 2008 al Festival Time Warp (Mannheim) e che sarà prossimamente disponibile in DVD.
Sempre nel 2008 compone con Carl Craig “ReComposed” per l’etichetta Deutsche Grammophon, una rivisitazione elettronica di composizioni di Maurice Ravel e Modest Mussorgsky che è anche la prima apertura e il primo riconoscimento dato dall’etichetta tedesca, tipicamente votata alla musica classica, alla musica elettronica contemporanea nella sua componente techno.
Più di recente, Moritz von Oswald ha inaugurato una nuova collaborazione legata a MVOT (per “Moritz von Oswald Trio”), al Club Transmediale (CTM) di Berlino. Spinto dalle manipolazioni elettroacustiche di Moritz von Oswald, il trio, che tiene concerti largamente improvvisati, comprende Max Loderbauer di Sun Electric al sintetizzatore analogico e Sasu Ripatti (Vladislav Delay, Luomo) alle percussioni metalliche
Con questa denominazione sono stati sinora prodotti quattro album, dei quali il più recente è “Fetch” (2012). Nel 2013 è uscito per l’etichetta Tresor l’album “Borderland”, che lo vede protagonista assieme a Juan Atkins a sancire ancora una volta il legame che si venuto a creare nel tempo sull’asse musicale Detroit/Berlino.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Sangiò legge" si sposta sul web: in diretta Facebook la rassegna letteraria di San Giovanni Teatino

    • Gratis
    • dal 5 novembre 2020 al 22 aprile 2021
  • "RELive: la musica torna a casa": cinque concerti in diretta streaming dal teatro Fenaroli di Lanciano

    • Gratis
    • dal 21 marzo al 25 aprile 2021
    • Teatro Fenaroli
  • Il piacere di leggere: al comprensivo De Petra incontri con gli autori

    • Gratis
    • dal 22 marzo al 30 aprile 2021
    • COMPRENSIVO DE PETRA CASOLI ALTINO PALOMBARO
  • Francavilla al Mare: lezioni, concerti e spettacoli con il progetto Ule

    • dal 9 marzo al 28 aprile 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ChietiToday è in caricamento