menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per la giornata del trekking urbano riapre la chiesa di San Francesco

Apertura straordinaria nella sola giornata di mercoledì 31 ottobre, quando sarà la tappa finale del percorso dedicato quest'anno a cibo e cultura. Chietiè l'unico capoluogo di provincia abruzzese a figurare tra gli itinerari nazionali

Sono stati svelati i dettagli della giornata nazionale del trekking urbano che, come confermato dall'assessore alle Manifestazioni Antonio Viola, si terrà regolarmente il prossimo 31 ottobre in linea con le altre iniziative in Italia. L'appuntamento con le visite guidate gratuite è alle 11, con un tour dedicato ai più piccoli, alle 16 e alle 18 ed è stato realizzato con la collaborazione della storica dell’arte Mariapaola Lupo, la Proloco Chieti Accademia Tegea e il circuito di credito commerciale Abrex che sarà lo sponsor dei percorsi enogastronomici che caratterizzeranno le varie location.

La partenza è dalle Terme romane.

Trekking urbano: l'itinerario tra cibo e cultura

L’itinerario scelto vedrà la I tappa alle Terme di Teate, grazie all’apertura concessa dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio d’Abruzzo, con la visita a quella che era a tutti gli effetti la Spa  dell’antichità. Oltre ai bagni, ai massaggi, alle conversazioni frivole e d’affari, i frequentatori dei bagni, durante le ore trascorse alle terme, degustavano cibi tipici che saranno ricordati ai visitatori del percorso. 

La II tappa sarà Palazzo Lepri, dove sarà narrata la storia del Palazzo e del matrimonio di donna Maria Maddalena Felici Humani. Nell’edificio ottocentesco, sito nel centro storico della città, si avrà modo di conversare sui banchetti dell'ottocento e di degustare una pietanza simbolo dell’epoca “voulevant con insalata russa e tonno” altrimenti detta il “boccone della regina”. 

La III tappa vedrà come protagonista il “Teatro Romano di Teate” dove si ripercorrerà il rapporto tra cibo e corpo per gli antichi teatini. Si assaggeranno il “garum” - salsa di pesce simile alla pasta d’acciughe - rivisitata per i palati contemporanei e le “polpette di pollo speziate e pepate”.   

La IV tappa sarà Palazzo de Mayo, grazie all’apertura da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Chieti, dove si visiterà la collezione degli artisti abruzzesi dell'800 e si parlerà del cibo preferito da Gabriele D'Annunzio.

La V tappa sarà affidata al Teatro Marrucino. Si ricorderà l'inaugurazione del Teatro e le grandi feste danzanti. Qui avranno luogo alcune degustazioni a sorpresa ripercorrendo i gusti culinari del Poeta Vate ghiotto di “frittata di peperoni” e dei “baci di dama al cioccolato”.  

La VI tappa, infine, “coup de théâtre” da parte degli organizzatori, avrà luogo presso la chiesa di San Francesco al Corso, edificio religioso chiuso al pubblico da circa un decennio e riaperto solo in occasione del trekking urbano per gentile concessione della Prefettura di Chieti e del Segretariato Regionale dei Beni Culturali. All’interno della chiesa cittadina, seconda per grandezza solo alla cattedrale di San Giustino, si effettuerà la visita guidata e si parlerà dei cibi conventuali. 

Le passeggiate, della lunghezza di circa 2 km, sono ad ingresso gratuito (gradita prenotazione al n. 393.9648972) e saranno curate da Mariapaola Lupo, affiancata dall’archeologo Daniele Mancini e dall’educatrice-filosofa Benedetta Di Marzio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento