menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terme romane: in più di trecento alle visite straordinarie

Touring Club e Soprintendenza aprono il complesso archeologico per due giorni. Ma non tutti lo sapevano

Oltre trecento visitatori hanno raccolto l’invito del Touring Club a visitare gratuitamente le Terme Romane di Chieti. Un’apertura straordinaria, di due giorni, realizzata in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo nell’ambito dell’evento “Wow! Aperture straordinarie di luoghi d’arte”. Ad accogliere i partecipanti e a condurre le visite guidate, oltre ai volontari del Touring Club, che ha la sede a Pescara, sedici preparatissimi studenti dei licei Classico e Artistico annessi al Convitto nazionale G.B. Vico, coinvolti in un progetto di alternanza scuola-lavoro che li ha portati a studiare la storia dell’antica Teate e il sito archeologico e che hanno condiviso l’esperienza sulla visual app Steller. 

In tanti, accorsi quasi in egual misura sia sabato che domenica, hanno ammirato le Terme in voga nell'antica Teate Marrucinorum dal I secolo dopo Cristo con lo straordinario mosaico centrale restaurato 4 anni fa dagli studenti della d’Annunzio. Non è stato invece possibile vistare la cisterna (nella pagina seguente le foto gentilmente concesse dal Touring Club) in conseguenza di una perdita fognaria che ne ha compromesso l’apertura.

A coordinare la due giorni il console regionale del Touring Club Elio Torlontano con la collaborazione del geologo della Soprintendenza Silvano Agostini che ha aperto il sito. Entusiasta la risposta degli avventori, molti dei quali non avevano mai visitato l'antica struttura. “Non è possibile che un luogo che trasuda storia e bellezza resti chiuso per anni – ha dichiarato uno dei visitatori -  come è assurdo che l’apertura dello stesso diventi un fatto straordinario. Speriamo di rendere visitabili le terme anche quest‘estate”. Un desiderio che però difficilmente si potrà realizzare pochè il sito non è ancora perfettamente fruibile e la Soprintendenza non ha custodi per tenere aperto, né si riesce a garantire la pulizia ordinaria.

“Noi siamo disposti a collaborare - fa sapere Elio Torlontano – come Touring Club  abbiamo un’iniziativa che si chiama Aperti per voi,  che consiste nel rendere visitabili quei luoghi d'arte e di cultura altrimenti inaccessibili al pubblico ad esempio, come nel caso delle Terme, per mancanza di personale. Siamo fiduciosi: l’apertura di questo weekend ha riportato entusiasmo  a anche il personale della Soprintendenza ne è uscito motivato”. Anche perché, è davvero un peccato avere uno scrigno così prezioso e non riuscire ad aprirlo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento