Venerdì, 19 Luglio 2024
Cultura

Emiliano Giancristofaro e le Pro loco: a Lanciano un convegno per ricordare un rapporto prezioso

Il comitato provinciale Unpli organizza sabato 28 gennaio l'iniziativa per ricordare l'impegno dello studioso ed antropologo, scomparso lo scorso giugno, a supporto dei volontari del servizio civile

Un momento per ricordare il rapporto profondo tra Giancristofaro e le Pro loco. Questo è il senso dell’iniziativa “Emiliano Giancristofaro e le Pro Loco. L’impegno, il senso civico, la crescita culturale”, in programma sabato 28 gennaio, a partire dalle 16,30, a Lanciano

L’evento, promosso dal Comitato provinciale Unpli Chieti Aps, pensata per ricordare l’impegno profuso da Emiliano Giancristofaro, eminente studioso e antropologo lancianese, scomparso di recente, in favore delle Pro loco e in particolare a supporto dei giovani volontari di Servizio Civile che negli anni, ospitati dalla rete Unpli, si sono avvicinati alla cultura, al folklore e alle tradizioni abruzzesi. Giancristofaro è stato infatti sovente intervistato dai volontari, per approfondire questi temi da diverse angolature, e ne hanno fatto sicuro tesoro, documentato peraltro nelle relazioni che annualmente sono state elaborate.

Nell’arco del pomeriggio è previsto un articolato programma, che parte appunto dalle 16,30 con l’inaugurazione della sede Unpli a Lanciano, in via Monte Grappa 6, alla presenza delle autorità e con la benedizione di mons. Emidio Cipollone, arcivescovo di Lanciano-Ortona e l’intitolazione della sala conferenze al professore lancianese. A seguire, trasferimento nella nella sala “Benito Lanci” dell'ex Casa di conversazione per la parte convegnistica, con interventi e testimonianze per ricordarne l’impegno e il contributo in favore della crescita culturale della rete associativa e dei giovani volontari del servizio civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano Giancristofaro e le Pro loco: a Lanciano un convegno per ricordare un rapporto prezioso
ChietiToday è in caricamento