Eventi

Terzo concorso Sante Centurione: al Marrucino oltre cento partecipanti, anche da Cina e Russia

Il primo premio è andato alla pianista pugliese Serena Valluzzi. Il concorso in memoria del musicista teatino scomparso nel 2013 si è svolto domenica scorsa

Terza edizione di successo del concorso musicale Sante Centurione, domenica scorsa al teatro Marrucino. "Un appuntamento che ha superato di gran lunga ogni aspettativa, per numero di partecipanti e livello di preparazione”, come affermato dal direttore artistico Giuliano Mazzoccante, presidente dell’associazione ArtEnsemble, pianista e concertista di livello internazionale, che da sempre si spende per la diffusione della musica classica, in particolare a Chieti, sua città d’origine.

I partecipanti - dai 5 ai 35 anni - sono stati oltre cento, provenienti anche dall’estero, in particolare Cina e Russia (ma anche Germania, Polonia, Montenegro e, ovviamente, Italia). Più di trenta i premiati, con borse di studio e concerti. Serena Valluzzi, di 25 anni, si è aggiudicata il primo posto assoluto vincendo una borsa di studio di 1000 euro e tre concerti premio, in Italia e all’estero. “La sua esecuzione musicale al pianoforte è stata incantevole -  aggiunge Mazzoccante - in generale si è trattato di una edizione molto competitiva, data la bravura dei concorrenti, è stato davvero difficile scegliere". Piacevolmente colpiti anche i rappresentanti della fondazione EUFSC e del Lions Club Chieti Host, tra i principali sostenitori. 

Sul podio (al secondo posto) sono poi saliti il pianista Matteo Cardelli, di stanza a Ferrara, e la pianista Maria Tsulimova (Russia), ex equo. Terzo posto, infine, per Roberto Di Napoli (Puglia) e Gabriele Taranto (Sicilia), anche loro ex equo.

Questo concorso - al quale ha portato i saluti l’avvocato Cristiano Sicari in veste di presidente della deputazione teatrale - nasce in memoria di Sante Centurione, pianista e compositore teatino, amico e punto di riferimento artistico e didattico di Giuliano Mazzoccante. “Sante era un musicista di indubbio talento - commenta il direttore artistico - ma era soprattutto un uomo buono e generoso come pochi”. 

Il concorso, diviso in due categorie, classica e popolare, presentava una prova eliminatoria (per una prima scrematura) e diverse sezioni: pianoforte, pianoforte a quattro mani, chitarra, organetto, canto popolare, per citarne alcune. La giuria - internazionale - era composta dai maestri: Gianluca Luisi, presidente (Italia), Daria Tchaikowskaya (Russia), Luca Torrigiani (Italia), Irma Markovic? (Montenegro), Maurizio Marinelli (Italia) e Rita D’Arcangelo (Italia).

Il Comitato d’onore era invece composto da: Umberto Di Primio, sindaco di Chieti; Cristiano Sicari, presidente CDA teatro Marrucino; Konstantin Ishkhanov, presidente EUFSC – Malta; Gianfranco Contini, presidente Lions Club Chieti Host; Wolfgang Glemser, direttore dipartimento di Musica dell’Università BTU di Cottbus, in Germania; Zoja Djurovic?, direttore della scuola Vasa Pavic?, in Montenegro; Giovanni De Matteis, notaio e mecenate; Mario Di Nisio, architetto e mecenate. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzo concorso Sante Centurione: al Marrucino oltre cento partecipanti, anche da Cina e Russia

ChietiToday è in caricamento