Concerti

Si alza il sipario sulla nuova stagione concertistica del Marrucino: fino a luglio 19 concerti

Al via il 21 gennaio la seconda edizione della stagione concertistica nata dalla collaborazione tra il teatro e la ArtEnsemble di Giuliano Mazzoccante

Inizia domenica 21 gennaio (ore 18) con “L’histoire du soldat” di Stravinsky  la stagione concertistica 2018 del teatro Marrucino.

Diciannove i concerti, divisi tra foyer e sala grande, in cartellone con l’importante cornice storica del bicentenario del teatro.

La stagione inizia appunto il 21 gennaio con “L’histoire du soldat”: sul palco del teatro si esibiranno infatti Teresa Laera (violino), Antonio Tinelli (clarinetto) e il padrone della festa, Giuliano Mazzoccante (pianoforte). Parteciperà anche all’attore Massimo Di Michele, che per l’occasione torna a recitare nella sua città natale. L’appuntamento prevede una libera interpretazione dell’Histoire du Soldat di Stravinsky, a cento anni dalla prima rappresentazione. La musica si alternerà alla voce recitante, sottolineando i momenti più avvincenti del racconto. Non mancano le coreografie di Tiziano Di Muzio, con le danzatrici Elena Fogliano e Giorgia Nicolosi.

“E’ per me un onore esibirmi con artisti di questo calibro – ha affermato Giuliano Mazzoccante - in un teatro che amo e che arriva ad un traguardo storico importante, i suoi primi 200 anni”.

Stagione concertistica: il programma

Si passa poi a febbraio con i concerti nel foyer, sempre alle 18: sabato 3 spazio al duo svizzero Des Alpes, violoncello e pianoforte. Da non perdere l’appuntamento con la musica del sassofonista e compositore Piero Delle Monache (il 17 febbraio). A marzo toccherà al Quartetto Accademia (sabato 3) e agli Avos (il 17). Spazio anche ai The Fuzzy Dice (il 7 aprile) ed alcune giovani promesse della musica classica come Maria Miele, Primo Violoncello dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese (il 28 aprile).  

Tra gli appuntamenti primaverili, in sala grande, ci saranno il Contemporary Vocal Ensemble e il M.edit Voices diretti da Angelo Valori, che proporranno un repertorio pop italiano ed internazionale rivisto in chiave soul/funk, insieme alle composizioni originali dello stesso Valori. 

Domenica 8 aprile sarà invece protagonista la musica di Chopin eseguita dal pianista russo Yuri Bogdanov, docente dell’Accademia Musicale Gnessin e del Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. Il 29 aprile Lino Patruno & His Blue Four renderanno omaggio a Joe Venuti e Eddie Lang, che negli anni ‘20 furono i primi ad inserire nel jazz il violino e la chitarra. 

Il 27 maggio torna nella sua città la flautista internazionale Rita D’Arcangelo, accompagnata al pianoforte dal giapponese Kensei Yamaguchi (Premio Monte Carlo Piano Masters). Il ciclo dei concerti in sala grande si chiuderà il primo luglio con Alexander Kobrin, vera e propria icona del pianissimo, già premio Busoni.

Il costo dei biglietti per i concerti a teatro è di 12 euro (intero) e 8 euro (ridotto), 7 euro per quelli al foyer.
Questi gli sponsor che hanno contribuito in maniera decisiva affinché la stagione concertistica si realizzasse anche quest’anno: Epica Srl, Adriatico Golf Clud Spa, Caffè Mokambo, Koba Costruzioni, Fondazione Immagine, Federfarma Chieti e Ordine dei Farmacisti della Provincia di Chieti. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si alza il sipario sulla nuova stagione concertistica del Marrucino: fino a luglio 19 concerti

ChietiToday è in caricamento