Save The Groovin’ People in concerto allo Stammtisch Tavern di Chieti

I Save The Groovin’ People tornano live per il “secondo atto” di “The Dangerous Groove of The Tavern”allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo venedì 5 aprile, dalle ore 22.30. Un viaggio a tutto groove tra il funk ricercato e le nuove leve della black music che conta.

I Save the Groovin’ People si incontrano per la prima volta sui prati dell’università nel 2013: Nico Amoroso (batteria) e Matteo Taronno (basso), già sezione ritmica della Fuori Corso Blues Band, insieme ad Andrea Di Nicolantonio (chitarra) e Mattia Carozza (sax e synth) si riuniscono per dare vita in una band alla loro comune passione comune nel funk più ricercato. È poi una fortuita risposta ad un annuncio attaccato su una bacheca a far entrare in formazione Sefora Spinzo (voce), chiudendo così la line up definitiva.

Da Marva Whitney ad Anderson Paak, passando per citazioni boogaloo di fine secolo, i Save The Grovin’ People propongono un repertorio ricercato e raffinato, misto a effetti cosmici e momenti di viaggi introspettivi, sempre mantenendo la carica del funk più puro riadattato da loro, con intermezzi di un paio di brani inediti che saranno presentati per la prima volta allo Stammtisch e saranno inseriti nel loro primo lavoro discografico che uscirà prossimamente.

Info e prenotazioni: 0871. 577171 - 351.8212006  (anche Whatsapp)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Sangiò legge" si sposta sul web: in diretta Facebook la rassegna letteraria di San Giovanni Teatino

    • Gratis
    • dal 5 novembre 2020 al 22 aprile 2021
  • Prosegue "La virtuale": la mostra fotografica interattiva che si può visitare 24 ore su 24

    • Gratis
    • dal 1 dicembre 2020 al 28 febbraio 2021
  • Eventi per bambini e ragazzi per il Giorno della memoria e altre ricorrenze

    • dal 25 al 28 febbraio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ChietiToday è in caricamento