Giovedì, 28 Ottobre 2021
Concerti San Salvo

Successo per Mannarino a San Salvo, il concerto dedicato al fan scomparso

Oltre 2000 persone hanno assistito al coinvolgente live allo stadio comunale per il cantautore romano, che dell'Abruzzo dice: "Mi riserva sempre un'accoglienza fantastica, da adolescente ho trascorso le vacanze qui"

Gli stornelli romani e il folk-rock di Alessandro Mannarino travolgono e incantano lo stadio di San Salvo.  Oltre duemila persone hanno assistito venerdì sera all’unica data abruzzese del tour Corde 2015 del cantautore romano. Un live iniziato sotto il segno della commozione: Mannarino, quasi in apertura, ha infatti dedicato il concerto a Gabriele Angelucci, il 23enne scomparso la notte prima in un incidente stradale alle porte di Pescasseroli. Il cantante ha ricordato con gli occhi lucidi di aver conosciuto Gabriele pochi giorni prima al Parco nazionale d’Abruzzo. Il giovane fan del cantautore era anche chitarrista dei Distillados, cover band di Mannarino.
 
“L’Abruzzo – ha detto Mannarino – è una regione che amo particolarmente, ho trascorso le vacanze della mia adolescenza a Pereto, nell’Aquilano, dove i miei genitori avevano una casa. Il pubblico abruzzese è sempre fantastico e mi riserva ogni volta un’accoglienza unica”.

In tanti sono arrivati da tutto l’Abruzzo per Mannarino, ma anche da Marche, Puglia, Molise e Lazio per scatenarsi sulle note di "Serenata Lacrimosa", "Me so mbriacato", "Mary Lou", fino ai testi più impegnati come “Scendi giù”, che ha vinto il Premio Amnesty International Italia 2015. Tanti applausi anche per i musicisti di Mannarino: Tony Canto e Alessandro Chimienti alle chitarre, Nicolò Pagani al contrabbasso. Francesco Arcuri a violoncello, sega sonora e percussioni, Lavinia Mancusi al violino, tamburo battente e il polistrumentista Daniele Leucci.

Il live è stato aperto, a sorpresa, da Domenico Imperato.

Mannarino a San Salvo 4.9.2015

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Successo per Mannarino a San Salvo, il concerto dedicato al fan scomparso

ChietiToday è in caricamento