"Jazz per le feste", rassegna di parole e musica online con Stefano Zenni

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 30/12/2020 al 04/01/2021
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni
    Sito web
    it;facebook.com
Foto dal sito https://www.stefanozenni.com/

L'associazione Chieti Nuova 3 Febbraio organizza "Jazz per le feste", rassegna di parole e musica online con Stefano Zenni. Nato a Chieti nel 1962, è stato fondatore e presidente della Società Italiana di Musicologia Afroamericana (SIdMA). Insegna Storia del jazz e della musica afroamericana, Analisi delle forme compositive jazz e Storia della musica applicata alle immagini presso il Conservatorio di Bologna. È docente a contratto al Conservatorio di Firenze. Ha insegnato Analisi a Siena Jazz e History of Music of XX and XXI Century presso la New York University a Firenze. Dal 1998 è direttore artistico della rassegna Metastasio Jazz presso il Teatro Metastasio di Prato. È stato direttore artistico del Torino Jazz Festival dal 2013 al 2017. È direttore artistico della stagione musicale della Società del Teatro e della Musica L. Barbara di Pescara. Ha pubblicato importanti libri su Louis Armstrong, Herbie Hancock, Miles Davis, Charles Mingus. Il suo ultimo libro è Che razza di musica. Jazz, blues, soul e le trappole del colore (EDT, 2016). Dal 2012 tiene con successo il ciclo “Lezioni di jazz” all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Il primo appuntamento è in programma mercoledì 30 dicembre, alle ore 21, per la durata di un'ora, dal titolo The Sound of Jazz: cos’è il “suono” del jazz

Quando ascoltiamo un sassofonista o un trombettista capiamo subito se è un musicista di formazione classica o jazz. Un cantante lirico è ben diverso da un cantante jazz. In una big band o in un gruppo con la chitarra elettrica riconosciamo subito una matrice culturale afroamericana. Cosa rende il suono del jazz diverso dagli altri suoni? I jazzisti manipolano il suono della voce e degli strumenti: perché? E per ottenere cosa?

Il secondo appuntamento si terrà luendì 4 gennaio, sempre dalle ore 21 e per la durata di un'ora e sarà dedicato a What a Wonderful Voice. La rivoluzione canora di  Louis Armstrong.

Oltre ad essere stato il padre del solismo jazz, Armstrong ha fondato la moderna concezione del canto jazz e pop, ha rivoluzionato l’estetica della voce e fondato la tecnica dello scat singing. Nella sua lunga carriera ha esplorato forme e stili di vocalità molto diversi e manipolato parole e significati con esisti e sottintesi sorprendenti, che risuonano nella musica d’oggi. Scopriamo insieme lo stupefacente mondo vocale di Satchmo.

Entrambi gli incontri sono gratuiti e si tengono sulla piattaforma Zoom. È consentit la partecipazipne a un numero massimo di 100 persone.

Per partecipare: 

  • Scaricare il software gratuito Zoom da www.zoom.us -> menù Risorse e installarlo.
  • Cliccare sul link sotto la descrizione della conferenza. Si aprirà Zoom. Se richiesto, digitare la password.
  • Assicurarsi di avere audio e video disattivati, controllando le icone in basso a sinistra nella finestra di Zoom.
  • Per una buona resa audio, è consigliato ascoltare la musica non dal computer ma, se disponibile, da un impianto audio o con le cuffie.

Per maggiori informazioni: www.chietinuova3febbraio.it;facebook.com/chietinuova3febbraio; chnuova3@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Sangiò legge" si sposta sul web: in diretta Facebook la rassegna letteraria di San Giovanni Teatino

    • Gratis
    • dal 5 novembre 2020 al 22 aprile 2021
  • "Abruzzo attraverso la storia": mostra fotografica virtuale di Franco Novecento Buttiglieri

    • dal 21 dicembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Museo Universitario delle Scienze Biomediche
  • Il re che aveva paura del buio

    • 24 gennaio 2021
    • Piattaforma Zoom
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ChietiToday è in caricamento