Salta la tradizione, ma è positivo il bilancio delle Feste di settembre 2020

Tra gli eventi organizzati dal comitato il più apprezzato è stato il concerto di Daniele Silvestri, che allo stadio Biondi ha suonato per oltre 3 ore

Sono mancati gli appuntamenti tradizionali, ma il bilancio delle Feste di settembre 2020, a Lanciano, è stato più che soddisfacente nel bilancio tracciato dal comitato presieduto da Maurizio Trevisan. 

“Le Feste di Settembre 2020 saranno tristemente ricordate per l’assenza dei più importanti appuntamenti tradizionali, dalla fiera di Sant’Egidio al Dono alla Madonna del Ponte alla processione Mariana cittadina - commenta - ma il Comitato Feste non si è sentito di cancellarle completamente, e il bilancio è più che soddisfacente, soprattutto rispetto alla sicurezza rispettata e al gradimento da parte del pubblico per i tre concerti organizzati”.

Nonostante le limitazioni determinate dalla situazione sanitaria, con il cambio di location per i concerti di punta, il comitato ha garantito qualche momento di svago ai lancianesi, ma non solo. In tanti, infatti, sono arrivati anche da fuori provincia e dalle regioni limitrofe per seguire, in particolare, i concerti di Simona Molinari e Daniele Silvestri, allo stadio Biondi, che hanno seguito quello di Paolo Mengoli, nel quartiere Santa Rita. 

Il concerto di Silvestri, in particolare, ha fatto registrare il sold out, con tante richieste che il comitato non ha potuto soddisfare proprio per le normative anti Covid. Un'esibizione entusiasmante, durata oltre 3 ore, per l'ultima tappa del La cosa giusta tour, in cui il cantautore ha voluto raccontarsi a trecentosessanta gradi, inserendo nella scaletta molti brani che non cantava da tempo e molti momenti di improvvisazione davanti ai mille spettatori. 

“Bene la musica e il divertimento – rimarca Trevisan – ma mi sento di dire benissimo sotto il profilo della sicurezza: sanificazione delle sedie, gel disinfettanti a disposizione e safe scanner per il controllo della temperatura e sanificazione della persona hanno garantito che gli eventi si svolgessero in un clima di totale tutela della salute pubblica. Ovviamente - aggiunge il presidente del comitato – tutto si è svolto nel pieno rispetto delle normative di riferimento (sia rispetto al Covid che alla legge Gabrielli per l’antiterrorismo) e sulla base delle indicazioni date dalle forze dell’ordine e dai tutori della salute e sicurezza pubblica. Ci è dispiaciuto dover abbandonare la location storica di piazza Plebiscito e del centro cittadino, ma non abbiamo potuto fare diversamente e questo ci ha permesso di garantire totalmente il rispetto delle norme”, conclude.

Ancora più dispiaciuto è stato tutto il comitato per l’annullamento di tutti gli appuntamenti tradizionali del Settembre lancianese, per i quali non era possibile, purtroppo, assicurare il divieto di assembramento e il rispetto della distanza di sicurezza, centrato in pieno, invece, per i tre concerti principali.

Infine, da parte del Comitato Feste di settembre, un ringraziamento di cuore all’amministrazione comunale, a tutte le forze di polizia, alla Protezione civile, ai Novs (Nucleo operativo volontari sicurezza), agli sponsor, senza i quali non sarebbe stato possibile allestire il seppur ridotto programma, ma soprattutto a tutti i cittadini che hanno partecipato agli eventi con la gioia e l’entusiasmo di sempre, ma anche con estrema prudenza, educazione e rispetto delle regole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venticinquenne si ribalta con la Bmw a Chieti: miracolosamente illeso

  • Presentata la nuova giunta comunale a Chieti: Rispoli al lavori pubblici, Pantalone al commercio

  • "I dipendenti con un familiare in attesa di tampone devono andare al lavoro": la denuncia dell'Usb

  • Tamponamento a catena sull’asse attrezzato, diverse auto coinvolte

  • Coronavirus, record di contagi e tamponi: 203 nuovi casi e due persone morte in provincia di Chieti

  • Interruzioni idriche a Chieti e provincia dal 20 al 27 ottobre: il calendario completo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento