menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nicola Cucullo, il personale tutto e Geremia Mancini

Nicola Cucullo, il personale tutto e Geremia Mancini

Natale fra gli anziani, l'Ugl alla residenza di Pennapiedimonte con Cucullo

Il segretario nazionale della Ugl Pensionati, Geremia Mancini, ha fatto visita personalmente alla Residenza per Anziani, dove tra gli altri vive l'ex sindaco di Chieti. In Italia sono circa 3 milioni gli anziani "costretti" alla solitudine

Anche quest'anno l'Ugl pensionati ha trascorso il "Natale fra gli Anziani", iniziativa nata nel 1988 per lanciare un messaggio di solidarietà e riaffermare la volontà di denuncia e proposta. Il 25 dicembre gli uomini e le donne del sindacato visitano, ognuno per il territorio di competenza, case di riposo, Rsa e centri socio assistenziali.

Il segretario nazionale Ugl pensionati, Geremia Mancini, è andato presso la Residenza per Anziani “Il Parco” di Pennapiedimonte, dove tra gli altri ospiti vi è l’ex sindaco di Chieti, Nicola Cucullo, raccogliendo l’appello di Papa Benedetto XVI che ha esortato tutti a visitare gli anziani proprio nella giornata di Natale e invitando gli altri a fare altrettanto.

"Quello degli anziani è un popolo dimenticato a cui vanno restituite civili prerogative, economiche ed umane, colpevolmente dimenticate - ha dichiarato Mancini a fine giornata - Oggi ho voluto incontrare gli anziani di Pennapiedimonte e con loro il mio caro amico Nicola Cucullo, l’indimenticato sindaco di Chieti. Un incontro doveroso che ha coinvolto emotivamente tutti, anziani, personale e visitatori. Ai lavoratori operanti nel settore deve andare il comune grazie, della nostra intera società,  per il loro straordinario e amorevole impegno. Per questo ho voluto premiarli con una semplice ma spero, per loro, significativo riconoscimento”.

Secondo il sindacato sono circa 3 milioni gli anziani “costretti” alla solitudine, di questi, quasi  350 mila sono ospitati presso Case di Riposo o Residenze, ma spesso i livelli di assistenza non sono sempre a norma."Bisogna partire da una considerazione culturale che è quella di ritenere gli anziani una ricchezza - osserva il segretario -  Invece verso loro solo dimenticanza. Diventa colpevole ed irresponsabile continuare a sottovalutare un fenomeno così importante, dove la dimenticanza procura sofferenza. Alle istituzioni vanno richiesti maggiori investimenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento