Economia

Vini: firmato l'accordo sulla tutela del Montepulciano

Firmato a Roma l'accordo per la tutela del vino Montepulciano tra la Regione Toscana e la Regione Abruzzo. Febbo: "Accordo storico per il nostro vino"

Alla vigilia della partenza per il Vinitaly di Verona, la Regione Abruzzo brinda a un altro importante successo: è firmato ieri a Roma un protocollo d'intesa con Regione Toscana e Ministero per avviare un percorso comune che punti alla protezione e corretta informazione sulle due denominazioni legate al Montepulciano.

Pienamente soddisfatto l'assessore regionale alle Politiche agricole Mauro Febbo, che dice: "Questo  è il risultato di un eccellente lavoro di concertazione portato avanti in questi anni con impegno da tutte le parti interessate. In particolare, il Ministero delle Politiche Agricole, in seguito al ricorso presentato dalla Toscana presso la Corte di Giustizia dell'Ue, ha promosso una serie di incontri tra i due consorzi e le Regioni di appartenenza durante i quali è emersa chiaramente la necessità di intervenire al fine di garantire che l'utilizzo del termine 'Montepulcianò possa essere effettuato senza recare pregiudizio a nessuna delle due denominazioni e, conseguentemente, assicurare a entrambe una proficua coesistenza sul mercato. L'aspetto da sottolineare che ci ha dato grande soddisfazione è rappresentato dal risultato raggiunto in sede comunitaria, con il puntuale ed efficace intervento del Ministero delle Politiche Agricole attraverso il quale si sancisce il riconoscimento e la protezione delle due storiche Denominazioni di Origine".

In questo modo si sancisce ufficialmente che il Vino nobile di Montepulciano e il Montepulciano d'Abruzzo sono diversi tra loro, sia sotto il profilo delle caratteristiche organolettiche, sia per le peculiarità dei relativi disciplinari. Il risultato farà definitivamente necessaria chiarezza, soprattutto nei confronti degli operatori e dei consumatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vini: firmato l'accordo sulla tutela del Montepulciano

ChietiToday è in caricamento