menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viabilità provinciale: 3,8 milioni per la Val di Sangro

Firmata in Regione la convenzione per i lavori di sistemazione della viabilità in Val di Sangro. Gli interventi

Quasi quattro milioni di euro per i lavori di sistemazione e potenziamento della viabilità in Val di Sangro. L'atto di convenzione è stato firmato questa mattina a Pescara dal presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso e dal vicepresidente della Provincia di Chieti, Antonio Tamburrino.

Le risorse, che complessivamente ammontano a 3,8 milioni di euro, premetteranno i seguenti interventi: il completamento dei lavori di costruzione della strada provinciale in località "Saletti" (1,9 mln di euro), l’adeguamento funzionale delle strade provinciali in ambito Val di Sangro (400mila euro) e l'intervento di adeguamento funzionale e messa in sicurezza della strada provinciale 119 'Sangritana' (1,5 mln di euro). La Provincia di Chieti dovrà appaltare i lavori entro la fine del 2015 e partire con la realizzazione delle opere nel 2016.

Tali interventi, ha sottolineato D’Alfonso, “permetteranno di risolvere i gravi problemi della viabilità regionale, dove si contano diverse, centinaia di emergenze.Occorrerebbe un piano Marshall per la viabilità e che Delrio lo finanziasse”. Il finanziamento dei lavori di adeguamento della percorribilità in Val di Sangro sono di somma importanza per il tessuto produttivo abruzzese - ha aggiunto - atteso che il comprensorio industriale della Val di Sangro, vero e proprio polo dell'Automotive, ha assunto un più rilevante peso specifico”.

Su questo D'Alfonso ha confermato l'attenzione della Regione, annunciando la possibilità di ottenere ulteriori finanziamenti, oltre ai 120 milioni già stanziati per la realizzazione del tratto da Gamberale a Civitaluparella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento