menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mario Negri sud: ceduta la sede di Santa Maria Imbaro per oltre 10 milioni

A marzo 2015 era stata sciolta la fondazione, con la nomina dei commissari liquidatori e 100 professionisti erano rimasti senza lavoro

Il complesso che ospitava l'istituto scientifico Mario Negri sud, a Santa Maria Imbaro, di proprietà della Provincia di Chieti, finalmente troverà nuova vita. È stato ceduto per 10 milioni e 700 mila euro all'Amil (Associazione mutilati e invalidi del lavoro) Lazio, presieduta da Osvaldo Travaglini.

La struttura è chiusa da 5 anni. A marzo 2015, infatti, era stata sciolta la fondazione, con la nomina dei commissari liquidatori.

"È una ferita che si rimargina per la provincia di Chieti e speriamo possa riportare nel nostro territorio un'esperienza di ricerca di livello internazionale", ha detto all'Ansa il presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo subito dopo l'apertura delle buste contenenti le offerte.

La procedura di vendita dell'immobile era stata prorogata al 27 maggio per l'emergenza Covid e questa mattina sono state aperte le buste. 

Ora, non solo 10 milioni di euro entreranno nel bilancio provinciale, ma il territorio avrà di nuovo un istituto di ricerche biomediche e farmacologiche. A giovarne sarà soprattutto l'area intorno a Santa Maria Imbaro, danneggiata notevolmente dopo la chiusura del Mario Negri sud.

"L'attività biomedica e sociale - ha concluso Pupillo - dovrà continuare a essere un punto d'incontro tra le risorse del territorio e il contesto nazionale e internazionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento