Venerdì, 18 Giugno 2021
Economia

Vendemmia 2018, segnali positivi dall’Abruzzo

Cantina Orsogna conferma un incremento generale della produzione di circa il 10% rispetto allo scorso anno. Le condizioni climatiche hanno favorito lo sviluppo della vite

“Se settembre non farà i capricci  porteremo a casa un ottimo vino”. Questo il pensiero di Camillo Zulli Direttore Generale di Cantina Orsogna 1964 che traccia un primo bilancio sulla vendemmia 2018. Le condizioni climatiche favorevoli e i primi dati sul raccolto fanno ben sperare.  L’epoca di vendemmia delle uve è nella norma: per le varietà precoci (Chardonnay, Pinot grigio) la raccolta è iniziata il 30 agosto, mentre  per le altre uve bianche (Trebbiano, Malvasia, Passerina e Pecorino) e alcune a bacca rossa (Primitivo, Sangiovese, Merlot Cabernet S.) inizierà nei prossimi giorni; il Montepulciano prenderà il via nell’ultima settimana di settembre e andrà avanti sino a fine ottobre.

I produttori soci di Cantina Orsogna sono ora in grado di fare  le prime previsioni:

Le condizioni climatiche hanno favorito lo sviluppo della vite. La pioggia invernale, primaverile e di prima estate ha garantito la presenza di buone riserve e ha permesso alla vite una normale attività vegeto-produttiva. Le belle giornate e le temperature alte, da inizio Agosto in poi, hanno favorito la crescita e la maturazione di grappoli ben formati. Le uve già raccolte (Pinot Grigio e Chardonnay) presentano una buona gradazione alcolica potenziale, un quadro acido molto equilibrato e un interessante profilo aromatico.

L’andamento climatico e le buone riserve idriche accumulate nel terreno durante i mesi invernali e primaverili hanno influito in maniera positiva sulla regolarità della maturazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendemmia 2018, segnali positivi dall’Abruzzo

ChietiToday è in caricamento