Economia San Vito Chietino

Turismo, Italianway scommette anche sulla costa dei trabocchi per l'accoglienza diffusa nelle seconde case

Secondo la start-up il numero dei viaggiatori che per soggiornare nel nostro Paese sceglie una casa, prenotando on line, e non una tradizionale camera d'albergo, è destinato a crescere

C'è anche la costa dei trabocchi tra le località su cui scommette Italianway, start up del settore turismo-hospitality, per riportare a nuova vita il patrimonio delle seconde case inutilizzate degli italiani (5 milioni di immobili secondo l'Istat) e rilanciare una forma di turismo alternativa, quella dell'ospitalità diffusa, che vada incontro a un nuovo modo di viaggiare sempre più in voga.

Il numero dei viaggiatori che per soggiornare nel nostro Paese sceglie una casa, prenotando on line, e non una tradizionale camera d'albergo - fa sapere il Centro Studi di Italianway - è destinato a crescere del+10% l'anno. Italianway punta su alcune località attraneti per il turismo come le Langhe, il Salento, i laghi di Garda e di Como, le città d'arte e la costa teatina. 

 ''Con il nostro progetto 'Wonder Italy' - spiega Davide Scarantino, founder e responsabile commerciale di Italianway - inizieremo con il portare 5 milioni di turisti in 5 anni in circa 20mila case italiane, con l'obiettivo di valorizzare quella parte del patrimonio culturale del nostro Paese ancora sconosciuta ai più perché appartenente a destinazioni in cui, a causa della mancanza di infrastrutture moderne,la ricettività tradizionale non è mai arrivata. E senza cementificare un ulteriore metro quadrato del nostro paesaggio, ma coinvolgendo le 
amministrazioni locali dimostrando loro sul campo che 'Wonder Italy' fa bene al territorio perché porta valore e crea occupazione''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, Italianway scommette anche sulla costa dei trabocchi per l'accoglienza diffusa nelle seconde case

ChietiToday è in caricamento