I trabocchi non bastano: la provincia di Chieti ultima in Abruzzo per tasso di turisticità

Lo rivela uno studio di Confartigianato: “Subito una campagna di promozione”. L'Abruzzo al dodicesimo posto tra le regioni italiane

Potenzialità enormi, ma se poi ci si perde in un bicchier d'acqua i dati parlano chiaro. E, nonostante le bellezze al mare quanto in montagna, i musei, la storia e la buona tavola, la provincia di Chieti è all'ultimo posto in Abruzzo per tasso di turisticità.

Abruzzo dodicesima in Italia

Non che l'intera regione spicchi in questo senso: la stessa infatti, si posiziona al dodicesimo posto tra le regioni italiane. A rivelarlo è uno studio della Confartigianato che ha analizzato l'elaborazione 'Trend del turismo e l’artigianato interessato dalla domanda turistica' curata dalla Confederazione nazionale. Il dato è relativo alle giornate di presenza (italiani e stranieri) nel complesso degli esercizi ricettivi per abitante: in Abruzzo è pari a 4,6 (6,5 in Italia), con una permanenza media di 4,1 notti per turista (3,5 a livello nazionale).

Il numero dei clienti, italiani e stranieri, ospitati negli esercizi ricettivi, nel 2015 era pari a 1.489.943 unità, l'11,5% dei quali stranieri, per un totale di presenze, cioè le notti trascorse, pari a 6.076.797. Se il tasso di turisticità colloca, in modo generico, l'Abruzzo nella parte medio-bassa della classifica, la regione arriva in quinta posizione per il numero di notti. In altre parole, chi sceglie l'Abruzzo vi rimane più a lungo di quanto accada nelle altre regioni. Fanno meglio, infatti, solo Calabria (5,5 notti), Marche (5,2), Sardegna (4,7) e Trentino Alto Adige (4,4).

Chieti perchè dormi?

L'unica provincia abruzzese che presenta un tasso di turisticità superiore alla media nazionale è Teramo, con 11 punti, dato che la colloca al 21esimo posto della classifica nazionale. Nel Teramano, nel 2015, gli arrivi sono stati 548.002 e le presenze 3.405.732; la permanenza media è di 6,2 notti.

Fanalino di coda è la provincia di Chieti, ultima tra le abruzzesi con un tasso di turisticità di appena 2,2, 75esima posizione nella classifica nazionale, 267.817 arrivi, 848.911 presenze e permanenza media di 3,2 giorni.

Al secondo posto c'è la provincia dell'Aquila, in 65esima posizione, con un tasso di turisticità di 3,2, 387.378 arrivi, 969.503 presenze e una permanenza media di 2,5 notti. Poi c'è Pescara: tasso di turisticità 2,6, 72esima posizione, 286.746 arrivi, 852.651 presenze, permanenza media 3 notti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Potenzialità enormi

“Dal punto di vista turistico l’Abruzzo ha potenzialità enormi, ma vanno valorizzate e sfruttate – afferma il presidente regionale di Confartigianato, Luca Di Tecco – Alla luce degli eventi catastrofici avvenuti all’inizio dell’anno, oggi più che mai si rende necessaria una campagna di promozione dell’intero territorio regionale, a livello nazionale ed internazionale. Tutti insieme, a partire dalla Regione, bisogna lavorare per far sì che l’Abruzzo possa essere apprezzato per le bellezze che ha e per attrarre turisti ed incrementare le presenze registrate negli anni passati”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Coronavirus: tre nuovi casi positivi, due in provincia di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento