Martedì, 23 Luglio 2024
Economia Lanciano

Tua presenta i nuovi treni cardioprotetti: a bordo defibrillatori semiautomatici

Un investimento pari a 40 milioni di euro. La società acquista tre nuovi treni, avvia l’implementazione tecnologica delle linee ferroviarie e il sistema di cardioprotezione

Tre nuovi treni con impianti tecnologici all’avanguardia per l'Abruzzo e defibrillatori semiautomatici a bordo. Un investimento pari a 40 milioni di euro quello presentato stamani nella nuova stazione di Lanciano dalla società di trasporto unico regionale Tua assieme al presidente della Regione Marco Marsilio, presente accanto al presidente di Tua Gianfranco Giuliante e all’amministratore delegato di Alstom Italia Michele Viale.

Questi ultimi hanno firmato i contratti a perfezionamento dell’acquisto dei treni e per i lavori di ammodernamento tecnologico delle infrastrutture ferroviarie.

Le novità riguardano appunto la Divisione Ferroviaria della Tua diretta, da luglio dello scorso anno, da Enrico Dolfi.

I treni sono tre nuovi POP 2.0 Coradia Stream da 305 posti a sedere e 534 in totale,  lunghi oltre 84 metri, dotati di quattro motori di trazione, rastrelliera portabici, 30 monitor per informazioni ai viaggiatori, internet on board, cestini per la raccolta differenziata, sistema conta persone, ampi spazi interni per facilitare la mobilità di viaggiatori diversamente abili, 32 telecamere di videosorveglianza e climatizzazione regolata automaticamente in base al numero di passeggeri a bordo. I treni della Alstom possono raggiungere una velocità massima di 160 chilometri orari. I nuovi Coradia entreranno in servizio entro fine anno; l'investimento è di circa 19 milioni di euro.

Un investimento per quasi 16 milioni di euro riguarda invece l’appalto dei lavori di progettazione esecutiva e di realizzazione di un impianto di segnalamento e di sicurezza sulle tratte Lanciano-San Vito e Fossacesia/Torino di Sangro-Archi. Gli impianti di segnalamento e sicurezza sulle linee TUA permettono di uniformare le stesse gli standard in uso sull’infrastruttura nazionale. I tempi di realizzazione sono di circa 18 mesi.

I treni della divisione ferroviaria di Tua saranno cardioprotetti con i defibrillatori semiautomatici, per garantire viaggi più sicuri dal punto di vista sanitario per i passeggeri. Per questo sono arrivati i ringraziamenti dell’assessore alla Salute, Nicoletta Verì: "Una scelta non scontata - commenta - in quanto non c’era nessun obbligo di procedere a questa iniziativa, che testimonia però la grande sensibilità e attenzione dell’azienda di trasporto regionale nei confronti della propria utenza. Un ringraziamento doveroso voglio farlo al 118 e al dottor Mancinelli, che ha affiancato Tua in questo progetto, collaborando con l’azienda sulle corrette modalità di impiego delle apparecchiature e sulla formazione del personale”.

Nel caso di arresto cardiaco improvviso, evento che può colpire chiunque anche senza la comparsa di sintomi premonitori, in qualsiasi fascia d’età, il soccorso immediato entro e non oltre i primi 3 minuti fa la differenza tra la vita e la morte.

“Investire oltre 40 milioni di euro per la collettività della nostra regione rappresenta un motivo di grande soddisfazione in una situazione congiunturale molto delicata - ha commentato Gianfranco Giuliante - la Divisione Ferroviaria di Tua, grazie alla lungimiranza e all’attenzione della Regione, rafforza ulteriormente il proprio ruolo di impresa e mette a disposizione dell’intera collettività nuovi mezzi e nuova tecnologia”.

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tua presenta i nuovi treni cardioprotetti: a bordo defibrillatori semiautomatici
ChietiToday è in caricamento