menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tua: bilancio positivo, Tonelli confermato presidente

A Palazzo de’ Mayo la società di trasporto unico regionale ha presentato il bilancio di esercizio 2017

Bilancio 2017 positivo per la Tua Spa. A snocciolare i dati questa mattina in conferenza stampa a Palazzo de’ Mayo, dopo l’assemblea dei soci, il riconfermato presidente Tullio Tonelli assieme al Governatore Luciano D’Alfonso e al consigliere regionale delegato ai trasporti Maurizio Di Nicola.

Il bilancio per il 2017 di Tua si chiude con 197 mila euro di utili, 221 le linee garantite per un totale di 866 i mezzi con il parco autobus rinnovato con 206 nuovi autobus tra urbani, suburbani ed extraurbani.

"Tua è un'azienda che punta al miglioramento continuo e lo scorso anno ha assunto 51 addetti - ha detto il presidente Tonelli  puntiamo a migliorare la qualità dei servizi offerti -ottimizzando le risorse e razionalizzando le procedure aziendali. Il contesto del 2017 non è stato favorevole alle imprese di trasporto pubblico ma, quelli che potevano essere gli ostacoli di natura economica, li abbiamo considerati un'opportunità: siamo riusciti così ad assicurare il 65% del trasporto pubblico in Abruzzo creando occupazione".

"I numeri di questo bilancio - ha aggiunto Luciano D'Alfonso - ci descrivono una gestione valida. Sono soddisfatto del lavoro svolto da Tonelli che ha ereditato la buona gestione del suo predecessore Luciano D'Amico".

Febbo: "Promesse rimaste al palo"

"Quella che D'Alfonso chiama diminuzione dei costi in realtà è un taglio agli stipendi dei 1.600 dipendenti di Tua- tuona il consigliere regionale Mauro Febbo dall'opposizione. "Questo governo regionale - aggiung e- ha tagliato ben 15 milioni di euro di trasferimenti e adesso vuol costringere il Consiglio regionale ad approvare la legge sui "servizi minimi" che creerà solo diseguaglianze nei territori. Inoltre, non ha tagliato le corse in sovrapposizione ed ha aumentato del 15% i biglietti. Ricordo come, prima delle elezioni del 4 marzo, era stata promessa ai lavoratori una variazione di Bilancio di 500 mila euro, meno di 25 euro lordi mensili per contratto di secondo livello (i lavoratori da ben 3 anni non ricevono euro 1.200.000 annui come accadeva precedentemente) entro e non oltre il mese di giugno. Ma anche questo impegno assunto da D'Alfonso è rimasto, come accade sempre con questo governo regionale, una semplice delega come tante altre promesse".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento