Economia

Trasporti, treni più veloci e nuovi investimenti sulle linee ferroviarie

Firmato il nuovo contratto di servizio tra Regione e Trenitalia

Incrementare la qualità dei servizi destinati ai pendolari, nuovi convogli, aumento degli standard di puntualità e, soprattutto, collegamenti più veloci, in particolare con la capitale. E' quanto prevede il nuovo Contratto di Servizio tra Regione Abruzzo e Trenitalia firmato a L'Aquila, dal presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso e da Orazio Iacono, direttore della Divisione passeggeri regionale di Trenitalia.

"Il nostro obiettivo - ha commentato il presidente D'Alfonso - è ridurre i tempi di percorrenza per ogni dove che ha importanza, a partire da quella miniera di relazioni che è Roma, a partire da quella straordinaria opportunità relazionale che è Bologna e poi anche Bari. Dobbiamo aumentare la velocità, ridurre i tempi, migliorare i mezzi di trasporto e, quindi, la qualità della vita dei pendolari e fare in modo che ci sia una capacità di misurazione delle performance. Un obiettivo sfidante e raggiungibile nel breve periodo. Una svolta epocale".

Il valore complessivo del nuovo contratto è pari a 571 milioni di euro, valido fino al 2023. E’ previsto anche un investimento di 27,4 milioni per l'acquisto di un elettrotreno Jazz (consegna nel 2017) e di quattro elettrotreni di nuova generazione (dal 2020 al 2022). Il nuovo programma si caratterizza in particolare per uno sviluppo dell'integrazione con gli altri vettori regionali di trasporto (TUA), per un nuovo orario cadenzato sulla Linea Adriatica e per l'introduzione di collegamenti veloci con Roma (Pescara-Roma Tiburtina da 4h 09' si passerà a Pescara - Roma Termini in 3h 22'), sulla Pescara - Sulmona - L'Aquila (da 2h 35' a 2 ore) e tra Avezzano e Roma (da 1h 52' a 1h 33'). Sulla linea  Pescara – San Vito Lanciano - Termoli l'accordo prevede l'aumento della velocità commerciale e la frequenza dei servizi assieme a una maggiore integrazione tra le due imprese ferroviarie a servizio della Regione.

Plaude agli investimenti ferroviari in Abruzzo anche la Cisl Fit Abruzzo Molise “62 sono i milioni di euro in più stanziati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e 24 quelli degli Enti Locali -  commenta il segretario generale aggiunto Cisl Amelio Angelucci, - per avviare e completare opere come la velocizzazione della Pescara – Roma, la Venafro – Termoli, l’efficientamento del raccordo con il Porto di Vasto e l’elettrificazione e velocizzazione della Roccaravindola – Isernia – Campobasso. Tutte opere che contribuiranno a rendere più competitive le Regioni di Abruzzo e Molise e che si innestano in contesti di più ampio respiro che vedono il Gruppo Ferrovie dello Stato attore principale dei necessari investimenti sia infrastrutturali che produttivi”.

Per Angelucci  poi “non va dimenticato che a tutto questo si deve aggiungere la recente sottoscrizione del Contratto di Servizio tra Regione Abruzzo e Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia per il TPL su ferro ed il ruolo che necessariamente dovrà avere RFI nell’ambito della messa in sicurezza delle linee regionali. Aspetti questi che danno certezza occupazionale e modernizzazione del trasporto ferroviario, entrambi elementi di cui Abruzzo e Molise hanno assoluto bisogno”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti, treni più veloci e nuovi investimenti sulle linee ferroviarie

ChietiToday è in caricamento