Economia

Tekal: lavoratori manifestano contro il licenziamento del collega

Sciopero e manifestazione della Fiom davanti all'azienda metalmeccanica di San Giovanni Teatino contro il licenziamento di un delegato sindacale

Manifestazione di protesta dinanzi i cancelli della Tekal, azienda metalmeccanica di San Giovanni Teatino, contro il licenziamento di un delegato sindacale della Fiom Cgil, Massimo Chiavaroli. I  lavoratori della Tekal per otto ore si sono astenuti dal lavoro oggi.

"La Fiom riscontra nel licenziamento un’impostazione politica, infatti, la contestazione si regge su in impianto che riguarda l’attività sindacale di Massimo Chiavaroli e non, tranne che per qualche piccolo elemento, le questioni che normalmente dovrebbero riguardare il lavoratore coinvolto – evidenzia il segretario generale Davide Labbrozzi -  Nonostante i vari tentativi di conciliazione, nonostante che la discussione sviluppatasi tra l’Azienda e la Fiom Cgil in questi giorni abbia evidenziato dei deficit notevoli nell’impianto accusatorio, la Direzione Tekal ha comunque proceduto nella direzione già intrapresa, il licenziamento. Per la Fiom si tratta di un atto vergognoso”. 

La Fiom è intenzionata a impugnare il licenziamento e fa sapere che nei prossimi giorni organizzerà altri scioperi e manifestazioni che coinvolgeranno il movimento operaio “Chi ha colpito Massimo – chiude Labbrozzi -  ha colpito l’intero movimento operaio della Provincia di Chieti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tekal: lavoratori manifestano contro il licenziamento del collega

ChietiToday è in caricamento