Marrucino, De Lio: "Per il teatro 330 mila euro, come nel 2015"

Il presidente della I Commissione Bilancio presenterà un emendamento affinché il Consiglio Comunale approvi l'allineamento del bilancio del teatro con quello del Comune. Anche la consigliera Maura Micomonaco replica ai 5 stelle

Il presidente della I Commissione Bilancio, Mario De Lio, definisce strumentali le dichiarazioni dei consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Argenio e D’Arcangelo sulla mancata approvazione del bilancio di previsione del teatro Marrucino e annuncia iniziative. “Presenterò un emendamento in aula affinché il Consiglio Comunale approvi l’allineamento del bilancio del teatro con quello del Comune, prevedendo per il teatro la stessa cifra stanziata lo scorso anno, ovvero 330.000,00 euro. A tale proposito, lo stesso presidente del Cda, Cristiano Sicari, ha comunicato in Commissione l’avvenuta rimodulazione del previsionale del teatro da 490.000,00 euro a 330.000,00 euro”.

Quanto all’invito alle dimissioni rivolto dai 5 stelle all’assessore agli eventi Antonio Viola, De Lio replica: “Tralasciando il fatto che tutti erano stati messi al corrente circa l’assenza dell’Assessore Viola alla riunione della I Commissione Bilancio svoltasi venerdì 15 luglio per consentire la presenza del direttore amministrativo e del presidente del Cda del Marrucino, va rimarcato che il bilancio di previsione del teatro, rispetto alla prima stesura, è stato modificato dallo stesso  Cda  del Teatro proprio perché il previsionale del Marrucino deve necessariamente adeguarsi al bilancio del Comune.

Il Comune di Chieti – conclude - sta perseguendo un necessario cammino di rigore, fermo restando l’impegno dell’amministrazione comunale, come già evidenziato dal sindaco Di Primio, di integrare, laddove possibile, le risorse economiche nel corso dell’esercizio. Ritengo quindi strumentale la posizione dei 5 Stelle, con cui spesso condividiamo le preoccupazioni riguardanti un bilancio falcidiato dai mancati trasferimenti erariali, in un momento particolarmente complesso per gli enti locali”. 

Anche la consigliera Maura Micomonaco replica ai 5 stelle che avevano chiesto la sfiducia della stessa quale presidente della Commissione Turismo, Sport e Cultura. “Non è esatto affermare che sia presidente di Commissione da 13 mesi – dice la consigliera – essendo stata nominata solo dallo scorso 10 marzo. In questi 5 mesi, ho convocato due Commissioni, del cui esito la stessa Consigliera Manuela D’Arcangelo, ha dichiarato di essere rimasta soddisfatta: la prima il 7 aprile sulla gestione degli impianti sportivi e sulla programmazione delle manifestazioni estive; la seconda il 12 maggio, quando sono state affrontate le tematiche inerenti l’utilizzo della pista di atletica allo Stadio Angelini e l’annullamento della richiesta dei canoni pregressi alle società utilizzatrici.

Inoltre, desidero sottolineare che nessuno dei consiglieri di opposizione, compresi i rappresentanti del M5Stelle, ha mai richiesto la convocazione di una Commissione congiunta “Cultura”/”Bilancio”, proposta che mi avrebbe trovata del tutto disponibile.

Sono sempre dell’opinione – conclude - che Cultura, Turismo e Sport siano aspetti importanti, essenziali motori di sviluppo e fonderia di idee per la creazione di una identità. Tutto ciò va portato avanti con innovazione e trasparenza perché tutti noi siamo servitori pubblici, promotori del bene comune attraverso azioni improntate all’onestà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento