Economia

Stop alla vendita abusiva di mimose: Confcommercio scende in campo in vista dell’8 marzo

Lettera accorata a tutti i sindaci dei Comuni della provincia, al questore e al prefetto per richiamare l’attenzione alla lotta agli abusivi del comparto che, puntualmente, si moltiplicano a ridosso della festa della donna

Confcommercio Chieti contro l’abusivismo commerciale in vista della ricorrenza dell’8 marzo. 

Attraverso la sigla Federfiori, Confcommercio ha scritto una lettera accorata a tutti i sindaci dei Comuni della provincia, al questore e al prefetto per richiamare l’attenzione alla lotta agli abusivi del comparto che, puntualmente, si moltiplicano a ridosso della festa della donna per la vendita delle tradizionali mimose.

“Federfiori Confcommercio Chieti si impegna, ogni anno, in una campagna contro la vendita illegale di mimose in occasione della “Festa della donna” nella speranza - afferma la presidente di Confcommercio, Marisa Tiberio - di sensibilizzare l’opinione pubblica in quanto l’abusivismo commerciale, nelle sue forme più varie, danneggia chi opera nella legalità ed ha alle spalle famiglie che credono nel lavoro quotidiano”.

La pandemia del Covid-19 ha, di fatto, peggiorato le cose per l’intero comparto. “Come Confcommercio Chieti ci siamo spesi a favore della legalità e della lotta ad ogni forma di abusivismo nel commercio. Crediamo fortemente- spiega Tiberio- nel rispetto delle regole, ancor di più in questo tragico momento storico quando proprio il rispettare le regole contribuisce a far coesistere salute e lavoro”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop alla vendita abusiva di mimose: Confcommercio scende in campo in vista dell’8 marzo

ChietiToday è in caricamento