Giovedì, 21 Ottobre 2021
Economia Atessa

Contratti di lavoro non rinnovati alla Sevel, l'azienda replica ai sindacati: "Instabilità e incertezza nel settore"

Stellantis interviene in merito alle decisioni assunte sulla riduzione dei turni e la conclusione di una parte dei contratti di somministrazione

È arrivata da parte di Stellantis a replica ai sindacati in merito alle decisioni assunte alla Sevel di Atessa sulla riduzione dei turni e la conclusione di una parte dei contratti di somministrazione.

"Le fluttuazioni dei mercati nazionali e internazionali generate dalla pandemia e dalla carenza di chip - dice l'azienda - sono fonte di un crescente senso di incertezza e l'azienda sta attuando le migliori soluzioni logistiche per difendere i propri lavoratori e l'intera organizzazione".

Per quanto riguarda i lavoratori ai quali, invece, non è stato rinnovato il contratto l'azienda spiega che la conclusione di una parte dei contratti di somministrazione in Sevel rientra nelle normali attività di gestione della forza lavoro di Stellantis in tutti gli stabilimenti europei nell'ambito di questi momenti di instabilità che riguardano tutto il settore automotive mondiale".

Stellantis, infine, ribadisce che "l'obiettivo è tutelare l'azienda e i propri lavoratori" e aggiunge che "l'evoluzione della situazione, considerata l'incertezza, è monitorata quotidianamente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratti di lavoro non rinnovati alla Sevel, l'azienda replica ai sindacati: "Instabilità e incertezza nel settore"

ChietiToday è in caricamento