rotate-mobile
Economia

Mancato pagamento indennità: Asl proclama stato di agitazione

Tutto il personale del comparto della ASL Lanciano-Vasto-Chieti in agitazione. I sindacati tornano a denunciare il silenzio dell'Azienda e firmano un documento per la conciliazione

Il personale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti ha proclamato lo stato di agitazione.

Nel documento firmato dai componenti della Rsu e dai segretari territoriali della provincia di Chieti di Cgil, Cisl, Uil, Nursing Up, Nursind, Fsi e Usb gli stessi tornano a denunciare il silenzio dell'Azienda rispetto al mancato pagamento delle indennità pregresse e già concordate, l'assenza di tutela sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, la carenza di personale di supporto alle attività infermieristiche, la mancata revisione del regolamento sulla pronta disponibilità, la mancata applicazione delle posizioni amministrative  e tecniche.

Nella lettera inviata alla direzione aziendale, alla regione e alla Commissione di garanzia, si chiede l'attivazione delle procedure di conciliazione previste dall'articolo 2 legge 146/90 per l'esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e la salvaguardia dei diritti della persona.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancato pagamento indennità: Asl proclama stato di agitazione

ChietiToday è in caricamento