Amazon a San Salvo: firmato l'atto di cessione dell'ex autoporto alla società Engineering 2k

Previsto un investimento totale di circa 250 milioni di euro, che darà vita a 3 mila posti di lavoro, più l'indotto

È stato sottoscritto ieri (martedì 29 dicembre), nella sede dell'Arap, l'atto di cessione dell'ex autoporto di San Salvo alla Engineering 2k, società collegata al nuovo insediamento Amazon. Era presente il procuratore del general contractor, avvocato Tricoli.

Ne dà notizia il presidente dell'Azienda regionale delle attività produttive, Giuseppe Savini. Gli acquirenti, che operano nel settore immobiliare e delle costruzioni, avvieranno immediatamente le opere finalizzate alla predisposizione infrastrutturale di quello che diventerà uno dei più grandi poli logistici europei, con un investimento totale di circa 250 milioni di euro. Il polo creerà circa 3 mila posti di lavoro tra diretti e indiretti, più l'indotto. 

"Questo risultato - commenta Savini - è stato raggiunto grazie all'impegno ed alla velocità profuso dall’ex assessore regionale Mauro Febbo, attuale capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, impostando bene le attività amministrative e preparatorie con le quali il presidente Marsilio ha potuto, con decreto proprio, emettere gli atti fondamentali per concludere l'operazione. Dal canto suo, l’Arap ha esplicato al meglio la sua funzione fondamentale di gestione dei luoghi nei quali si fa impresa, che sono i Consorzi di Sviluppo, valorizzando al contempo le infrastrutture esistenti e già da tempo lasciate in condizione di abbandono e destinate al declino industriale".

"L’insediamento di Amazon sul territorio di San Salvo - aggiunge il presidente dell'Arap - rappresenta dal punto di vista del trasporto e stoccaggio delle merci nella frontiera dell’ e-commerce un crocevia geografico strategico che può fare da volano per l'intera economia del territorio in termini di fornitura indotta di servizi all’impresa con possibilità occupazionali aggiuntive. E ciò si realizza con i posti di lavoro, indipendentemente dalle destinazioni delle merci acquisite on.line che seguiranno canali e tracciati completamente diversi da quelli destinati alla comunità che quei posti di lavoro acquisisce.

Senza ombra di dubbio – afferma il consigliere regionale Mauro Febbo – questo investimento sarà uno dei più importanti a livello economico e produttivo che sia mai stata realizzata nella Regione Abruzzo. Ringrazio il presidente Savini del meticoloso lavoro svolto fino ad oggi e l'amministrazione comunale di San Salvo per la loro disponibilità, prontezza e lungimiranza nel supportare per sua competenza il nuovo insediamento. Sarà cura di questo Governo regionale rafforzare nel prossimo anno questo andamento con una spinta da una parte al risanamento degli enti regionali, e dall'altro con il rinnovamento dei nuclei industriali per troppo tempo abbandonati a se stessi. La sfida del futuro e dei prossimi anni, soprattutto dopo la tempesta del Covid19, sarà proprio quello mettere in condizione le aziende che sono sul territorio di rimanere, ma anche di fare vera attrazione di investimenti con aree ecologicamente e tecnologicamente attrezzate, a chi fa impresa e investimenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento