Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

Spesa pubblica "Operazione verità", Di Primio: "Il Comune non è sprecone"

A Chieti le risorse statali trasferite negli ultimi tre anni sono passate da quasi 15 milioni nel 2010 a una previsione di 3.484.063 euro per il 2013. Le proposte del'Anci

“La spesa degli 8100 Comuni italiani costa solo il 7.6% del totale della spesa della Pubblica Amministrazione, contro il 39% della spesa degli Enti di previdenza, il 29,9% dello Stato e il 18% delle Regioni e della Sanità. Si tratta di un dato molto contenuto se si pensa che sono proprio i Comuni ad erogare servizi a 60 milioni di cittadini”. Lo dice il sindaco Di Primio che ieri mattina ha convocato una conferenza stampa per illustrare il documento “Operazione Verità sulla spesa pubblica, i Comuni non sono spreconi”, redatto da Anci nazionale in base alle elaborazioni Ifel su dati Istat.

CHIETI - tra Patto di Stabilità, tagli e spending review,  le risorse statali trasferite al Comune di Chieti negli ultimi tre anni sono passate da 14.930.463,88 euro nel 2010 a una previsione di appena 3.484.063,59 euro per il 2013.  

Il debito dei Comuni in generale pesa per il 2,5% sul totale della P.A. contro il 97,5% delle altre pubbliche amministrazioni. 

“Mentre in questi anni lo Stato ha obbligato i Comuni a ridurre la spesa corrente del -2,5%, lo Stato ha aumentato, dal 2009 ad oggi, ben dell’8% le proprie spese correnti” sottolinea il sindaco di Chieti.

LE PROPOSTE DELL'ANCI -Per contribuire alla ripresa dell’economia l’Anci ha avanzato al Governo un pacchetto di proposte al disegno di Legge di Stabilità 2014 che prevede: certezze ai Comini riguardo la piena compensazione della seconda rata dell’Imu;  assicurare agli stessi una imposta equa, sostenibile, congrua rispetto al gettito del 2013; rivedere le modalità di costituzione e i criteri di riparto del fondo di solidarietà;  allentare i limiti posti dalla legge alla possibilità di contrarre mutui per investimenti, il rimborso delle spese giudiziarie; un regime stabile in materia di riscossione tributi; il rilancio di un percorso di federalismo fiscale e curare una effettiva invarianza di risorse alle aree colpite dai terremoti, tra cui l’Abruzzo.

“A tal proposito – fa sapere il sindaco - in qualità di delegato Anci alla riunione della Conferenza Unificata, sto assicurando il mio impegno affinché tutti i Comuni del cratere possano beneficiare dei 5 milioni di euro concessi dal Ministero dell’Interno per il 2013”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spesa pubblica "Operazione verità", Di Primio: "Il Comune non è sprecone"

ChietiToday è in caricamento