Economia Chieti Scalo / Via Erasmo Piaggio

Sixty, i sindacati presentano un esposto in procura per salvare il lavoro

Filctem-Cigl, Femca-Cisl e Uilta-Uil si sono accordate per presentare un esposto congiunto e avere chiarezza sui passaggi che hanno portato l'Azienda al ridimensionamento e al passaggio di proprietà al fondo panasiatico Crescent Hyde Park

I sindacati presentano un esposto in procura dopo l'annuncio della proprietà di Sixty di voler salvare 50 posti di lavoro su 400. Lo racconta l'edizione di oggi (venerdì 19 ottobre) del quotidiano Il Centro.

Ieri le segreterie di Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uilta-Uil si sono accordate per presentare un esposto congiunto per avere chiarezza sui passaggi che hanno portato la Sixty al ridimensionamento e al passaggio al fondo panasiatico Crescent hyde park. Per questo porteranno in tribunale accordi sindacali e bilanci dal 2005 ad oggi.

E' l'ultima azione di una lotta che dura da mesi e che finora non pare aver portato uno spiraglio di speranza per i lavoratori dell'azienda tessile di via Piaggio. Da mesi i dipendenti Sixty si fanno sentire con fiaccolate, proteste, occupazioni eclatanti e appelli alle istituzione per salvare non solo il proprio posto di lavoro, ma anche il cuore del marchio, la creatività e le competenze che hanno contribuito a rendere grande il made in Italy nel mondo.

La lotta dei lavoratori continua. Domani (sabato 20 ottobre) Marino D'Andrea, rsu della Sixty, interverrà a Roma durante la manifestazione nazionale della Cgil per illustrare al Paese la vertenza dei dipendenti dell'azienda tessile.

Proprio D'Andrea insieme ad un collega lo scorso settembre aveva occupato per qualche giorno il terrazzo della sede di Chieti Scalo.

Il prossimo 29 ottobre si riunirà il tavolo tecnico nella sede del ministero dello Sviluppo economico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sixty, i sindacati presentano un esposto in procura per salvare il lavoro

ChietiToday è in caricamento