rotate-mobile
Economia

Silvano Pagliuca è il nuovo presidente di Confindustria Abruzzo

Pagliuca, che è già numero uno di Confindustria Chieti Pescara, prende il posto di Mario Fracassi che ha guidato l'Unione industriali regionale dal 2019

È Silvano Pagliuca il nuovo presidente di Confindustria Abruzzo per il bienno 2023-2024.
L'elezione all'unanimità è avvenuta lo scorso 29 dicembre ad Avezzano nel corso del consiglio di presidenza.

Silvano Pagliuca è anche presidente di Confindustria Chieti Pescara e succede a Marco Fracassi che ha guidato la Confindustria regionale dal 2019.

L’articolazione regionale degli industriali abruzzesi è rappresentata dalle tre territoriali di Chieti Pescara, di L’Aquila e di Teramo, dall’Ance Abruzzo e dai presidenti regionali di Piccola Industria e Giovani Imprenditori. Dopo le elezioni Marco Fracassi ha salutato il neo presidente regionale Pagliuca con un brindisi e con l’augurio di rappresentare al meglio tutte le istanze degli imprenditori di Confindustria. Marco Fracassi ha inoltre sottolineato come l’Abruzzo sia una regione ‘«in transizione» a spiccata connotazione industriale, che annovera imprese e filiere eccellenti nel campo farmaceutico, space economy, Ict e automotive e, al contempo, è una regione poliedrica che necessita di interventi urgenti e differenziati tesi principalmente al riequilibrio e all’integrazione delle aree più interne che presentano ritardi infrastrutturali e sociali non trascurabili. Confindustria Abruzzo, ha continuato Fracassi, grazie all’importante attività di lobby che esercita costantemente, può sicuramente contribuire allo sviluppo della regione stimolando importanti progettualità legate all´innovazione e alla ricerca.

Silvano Pagliuca ha ringraziato tutti per la fiducia accordata e si è messo sin da subito a disposizione dei soci del sistema regionale per ascoltare le loro istanze e proporre agli amministratori regionali progetti e azioni a difesa dell’economia dei territori, delle imprese e dei lavoratori. Pagliuca ha dichiarato quanto sia importante l’unità di tutte le articolazioni del sistema in un momento in cui in Abruzzo saranno decisive le politiche di medio-lungo periodo relative alle reti europee Ten-T, alla trasversalità Tirreno-Adriatico nel corridoio intermodale Civitavecchia-Pescara-Ortona-Ploce, all’alta velocità e alta capacità ferroviaria Roma-Pescara e al potenziamento dell’aeroporto d’Abruzzo e dei porti di Ortona e Vasto che, unitamente alla Zona Economica Speciale (Zes), potranno costituire il volano per il rilancio dell’economia abruzzese e per il collegamento delle aree interne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Silvano Pagliuca è il nuovo presidente di Confindustria Abruzzo

ChietiToday è in caricamento