Lunedì, 25 Ottobre 2021
Economia Atessa

Sevel: sciopero bisarche, produzione ferma per tre giorni

Lo sciopero è finito ieri dopo 6 settimane, ma serve tempo per smaltire i furgoni prodotti e non caricati. Tre turni fermi domani (venerdì 30), lunedì 2 e venerdì 6 aprile. Salgono a 13 le giornate di stop per cause di forza maggiore

Tre giorni di stop alla produzione alla Sevel di Atessa "per le conseguenze dello sciopero delle bisarche", sospeso ieri pomeriggio dopo 6 settimane.

Lo stabilimento della Fiat che produce furgoni nella zona industriale Val di Sangro si fermerà nei tre turni domani, lunedi' 2 aprile e venerdi' 6 aprile. Con questi tre giorni di stop annunciati dal Lingotto, saliranno a 13 le giornate di produzione saltate in Sevel dall'inizio del 2012 per cause esterne alla volonta' dell'azienda, tra sciopero dei tir, neve e sciopero bisarche. In termini di mancata produzione, i 39 turni interessati dallo stop (3 turni quotidiani per 13 giorni, ndr) significano 13mila furgoni non prodotti: stando alle stime dell'azienda, infatti, lo stabilimento di Atessa e' quello che nella galassia italiana della Fiat produce piu' pezzi in 24 ore, circa 1.000 furgoni al giorno.

Da Torino fanno sapere che "non ci sono piu' spazi nei piazzali della Sevel per stoccare i furgoni prodotti e non caricati dalle bisarche per lo sciopero". Ieri pomeriggio TrasportoUnito ha deciso di sospendere lo sciopero dopo 6 settimane, circostanza che comunque non ha modificato i piani di blocco alla produzione della Sevel: "per smaltire tutti i furgoni accumulati servira' del tempo, da qui la necessita' di fermare la produzione per tre giorni", spiega il Lingotto. La Sevel e' il piu' grande stabilimento d'Europa per la produzione di veicoli commerciali; impiega direttamente circa 6.200 lavoratori, oltre 10mila con l'indotto

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sevel: sciopero bisarche, produzione ferma per tre giorni

ChietiToday è in caricamento