rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Economia Atessa

Sevel di Atessa, presentato il nuovo Ducato: "Non siamo una cattedrale nel deserto"

Presenta in azienda la sesta evoluzione di un best seller venduto dal 1981. Confermati gli investimenti per 700 milioni di euro annunciati da Marchionne

Presentato questa mattina alla Sevel di Atessa il nuovo Fiat Ducato, sesta evoluzione di un best seller che dal 1981 è stato venduto in oltre 2,6 milioni di esemplari.

A illustrarlo c'erano il direttore di stabilimento Nicola Intrevado e il manager di Fiat professional, Alessandro Sannia i quali hanno ricordato che in 33 anni Sevel, che ha prodotto furgoni anche per i cugini francesi della Psa, ha raggiunto in totale 4 milioni e 800 mila Ducato prodotti.

"La Sevel non è una cattedrale nel deserto - ha detto Intrevado -. Lavoriamo legati al sistema automotive locale territoriale che comprende altre 19 aziende che ci forniscono componenti che danno lavoro a 8.700 persone con un fatturato ultimo di 500 milioni di euro. Attualmente la sola Sevel ha 6.081 dipendenti di cui il 22 per cento sono donne. Dallo scorso gennaio per la produzione del nuovo Ducato sono stati assunti 50 operai in somministrazione e sono giunte altre centinaia da altri stabilimenti Fiat".

Intrevado ha confermato gli investimenti per 700 milioni di euro annunciati nel luglio del 2013 da Sergio Marchionne durante la sua visita ad Atessa aggiungendo che però la necessità di superare punti critici quali il miglioramento locale di infrastrutture, viabilità, sistemi portuali e ferroviari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sevel di Atessa, presentato il nuovo Ducato: "Non siamo una cattedrale nel deserto"

ChietiToday è in caricamento