Economia

Sciopero supermercati, in 300 a Sambuceto chiedono il rinnovo del contratto

Manifestazione e flash mob sabato 7 novembre davanti al Centro d'Abruzzo contro il mancato rinnovo del contratto nazionale. Coop ridimensiona lo stop: "Interessati a proseguire le trattative per rinnovare il contratto nazionale"

foto Filcams Cgil

Sciopero e corteo ieri mattina davanti al centro d'Abruzzo a Sambuceto per protestare contro il mancato rinnovo del contratto nazionale di lavoro, fermo da 22 mesi, da parte delle associazioni datoriali come Federdistribuzione, Distribuzione Cooperativa, Confesercenti. Circa 300 lavoratori della grande distribuzione, secondo stime sindacali, hanno dato vita alla manifestazione organizzata da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil. Una zona scelta non a caso, visto che in Italia è considerata la seconda per densità di superficie commerciale per abitante.

Qui il traffico in transito ha subito alcuni rallentamenti, anche se la situazione è rimasta sempre sotto controllo con l'ausilio di vigili urbani, carabinieri e polizia. Allo sciopero hanno aderito anche i lavoratori dei supermercati Auchan e del centro commerciale Mercatone Uno.

COOP ADRIATICA - Coop Adriatica in una nota ridimensiona la protesta. "I negozi di Coop Adriatica - si legge - nella giornata di sciopero dichiarato dai sindacati di categoria sono rimasti aperti nella quasi totalità dei casi e hanno offerto ai soci e ai consumatori un buon livello di servizio.L’adesione dei lavoratori allo sciopero è stata inferiore al 50%, nei circa 400 negozi delle tre Cooperative, e inferiore al 10% nelle sedi.Nel rispetto dell’adesione allo sciopero dei lavoratori, Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense sono ora interessati a proseguire le trattative per il rinnovare il contratto nazionale di lavoro". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero supermercati, in 300 a Sambuceto chiedono il rinnovo del contratto

ChietiToday è in caricamento