rotate-mobile
Economia

Sciopero della scuola a Roma, presente la Cgil Chieti: "Chiediamo risorse e organici adeguati"

Una delegazione ha manifestato il disagio del personale scolastico della provincia chiedendo risorse e organici adeguati per garantire una scuola pubblica di qualità

Sciopero della scuola ieri a Roma con la manifestazione partita dalla Piramide e conclusa davanti al Ministero dell'istruzione, per ribadire la necessità di investire seriamente nel sistema pubblico d'istruzione. Presente anche una nutrita delegazione della Flc Cgil Chieti che per le strade di Roma ha manifestato il disagio del personale scolastico della provincia chiedendo risorse e organici adeguati per garantire una scuola pubblica di qualità.

Le richieste delle organizzazioni sindacali hanno riguardato: il rinnovo contrattuale sia rispetto al comparto della pubblica amministrazione sia rispetto al comparto scuola, università e ricerca; l'organico Covid utilizzato in pandemia per garantire le misure di sicurezza nelle scuola e per sdoppiare le classi troppo numerose e per il quale sono previste risorse solo per il personale docente e non per il personale Ata; le classi troppo numerose, tema che con il perdurare della situazione di emergenza sanitaria appare non più rinviabile; la piaga del precariato.  

"I sindacati - aggiunge la Cgil - rifiutano qualsiasi autonomia differenziata per il sistema pubblico d'istruzione che impoverirebbe ulteriormente i nostri territori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero della scuola a Roma, presente la Cgil Chieti: "Chiediamo risorse e organici adeguati"

ChietiToday è in caricamento