menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scatta sciopero del pasto sulla piattaforma in alto mare: "Troppi 28 giorni di seguito al largo"

Braccio di ferro su impianti Gnl anche a Vasto. Da un mese i lavoratori Ligabue sono in stato di agitazione

Scatta lo sciopero del pasto sulle piattaforme di Gnl Adriatico, presenti anche a Vasto. "I lavoratori dell'azienda Ligabue che forniscono i servizi alberghieri nelle piattaforme offshore della Gnl Adriatico chiedono di portare il loro turno da 15 giorni di lavoro e 13 di riposo a 20 giorni di lavoro e 17 di riposo, in modo da includere i cinque giorni di quarantena richiesti dall'azienda a patto che i cinque giorni in più a disposizione dell'azienda siano pagati interamente, comprese le indennità previste per il lavoro offshore" spiega all'agenzia 'Dire' il segretario Filcams-Cgil di Chieti, Sergio Aliprandi, raccontando che "ci sono stati tentativi di discussione con la Ligabue, noi abbiamo fatto la nostra proposta ma loro considerano solo i costi aggiuntivi che si vanno ad accumulare con la nostra proposta" e quindi "le posizioni dell'azienda si sono irrigidite".

Tre piattaforme di Gnl Adriatico: una al largo di Rovigo, una al largo di Vasto e una in Sicilia, dove normalmente i 24 lavoratori che compongono due turni per ognuna di queste hanno 13 giorni di riposo a fronte di 15 giorni offshore in cui si occupano di "preparare quattro pasti al giorno, rifare le camere e fare servizio lavanderia", prosegue Aliprandi. Ora Ligabue ha aggiunto al turno cinque giorni di quarantena in albergo, "su cui non abbiamo niente in contrario, purché siano pagati interamente", e altri otto giorni in piattaforma in modo da ridurre gli spostamenti del personale e le occasioni di contagio. "Si arriva a 28 giorni, praticamente un mese in mezzo al mare, bisogna tenere conto dell'impatto psicologico", afferma Aliprandi.

Da un mese i lavoratori Ligabue sono in stato di agitazione e il prossimo 25 marzo, che sarebbe il 15esimo giorno di turno per i lavoratori al momento offshore, il sindacato annuncia che non verrà cucinato alcun pasto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento