Sabato, 16 Ottobre 2021
Economia

Lunedì 12 sciopero generale e presidio dei lavoratori davanti alla Prefettura contro la manovra

Manifestazione unitaria in contemporanea nei capoluoghi abruzzesi, una delegazione della Cisl manifesterà a Roma mercoledì 14. A Pescara e Sulmona assemblea di lavoratori e pensionati per discutere di occupazione

Anche a Chieti Cgil, Cisl, Uil e Ugl aderiscono allo sciopero per chiedere un confronto con il Governo e con i gruppi politici “per una manovra all’insegna dell’equità e della crescita per l’Abruzzo e per l’intero Paese”, come spiega Maurizio Spina, segretario regionale della Cisl. In città l’appuntamento è per lunedì 12 dicembre a mezzogiorno di fronte alla prefettura, in contemporanea con gli altri capoluoghi abruzzesi.
 
Nella stessa giornata sono state proclamante tre ore di sciopero generale coincidenti con le ultime tre ore lavorative. In più a Pescara e a Sulmona si terranno assemblee unitarie provinciali di quadri e delegati delle categorie di tutti i settori e dei sindacati dei pensionati, per discutere della manovra.  
Il presidio unitario confederale di lavoratori e pensionati chiederà un incontro con il Prefetto per presentare emendamenti unitari sulla manovra del Governo Monti. I sindacati definiscono la manovra “urgente e necessaria”, ma “non è giusto che siano ancora i lavoratori e i pensionati – precisa Spina – i più deboli e i ceti medi, a pagare i conti per il pareggio di bilancio”. 
 
Una delegazione della Cisl parteciperà al presidio di Roma mercoledì 14 al Pantheon dalle 16 alle 19 per dar voce ai problemi della regione e per chiedere un’apertura del confronto con il Governo anche per la vertenza Abruzzo.
 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lunedì 12 sciopero generale e presidio dei lavoratori davanti alla Prefettura contro la manovra

ChietiToday è in caricamento