Economia

Sevel, martedì 27 sciopero Fiom Cgil contro la riforma del lavoro

Il sindacato è contrario al testo proposto dal governo Monti, che non garantirebbe democrazia nei posti di lavoro. In particolare si schiera contro la parte sull'articolo 18 e sulle pensioni

La Fiom Cgil di Chieti aderisce all'invito delle altre organizzazioni sindacali e indice per domani (martedì 27) uno sciopero contro la riforma del lavoro del governo Monti. "Non possiamo permettere - si legge in una nota - che questo Governo dei ricchi riduca i livelli di democrazia nei luoghi di lavoro".

Il riferimento del sindacato è in particolare all'articolo 18 e ai provvedimenti sulle pensioni. Un'impostazione che secondo Fiom Cgil va rifiutata "perché non cancella le tante forme di lavoro precario che hanno svuotato di significato il contratto a tempo indeterminato e fanno dell'Italia il paese più precario d'Europa". E perché "si smantella, in modo inaccettabile, il diritto al reintegro previsto dall'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori in caso di licenziamento senza giusta causa".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sevel, martedì 27 sciopero Fiom Cgil contro la riforma del lavoro

ChietiToday è in caricamento