Economia

Sindacati contro la manovra Monti Indetto uno sciopero di tre ore

Presidio di lavoratori e pensionati davanti alla prefettura, sciopero generale nelle ultime 3 ore lavorative. Stop di 8 ore alla Sevel di Atessa: i lavoratori dicono no all'accordo di Pomigliano. A Pescara e Sulmona in programma assemblee unitarie

In contemporanea con gli altri capoluoghi abruzzesi da mezzogiorno lavoratori e pensionati manifestano a Chieti davanti alla prefettura per chiedere un confronto con il Governo e con i gruppi politici. Chiedono una manovra equa, che favorisca la crescita della Regione e di tutto il Paese. Vogliono incontrare il prefetto per spiegare i motivi della protesta e presentare emendamenti unitari sulla manovra "Salva Italia". I sindacati hanno indetto tre ore di sciopero nelle ultime tre ore lavorative a seconda delle categorie. Stop di otto ore indetto dalla Fiom Cgil per i dipendenti della Sevel di Atessa: non protestano solo contro la manovra, ma soprattutto contro l'estensione dell'accordo di Pomigliano allo stabilimento abruzzese.

Oggi a Pescara e a Sulmona si terrano assemblee unitarie dei delegati delle categorie di tutti i settori e dei sindacati dei pensionati per discutere della manovra e approfondire i problemi dell'economia e dell'occupazione. "Riconoscendo l'urgenza e la necessità della manovra del governo Monti - ha detto il segretario generale della Cisl Abruzzo, Maurizio Spina, non è giusto che siano ancora i lavoratori e i pensionati, i più deboli e i ceti medi, a pagare i conti per il pareggio di bilancio".

Lo sciopero nazionale è stato confermato nonostante l'incontro di ieri a Palazzo Chigi tra governo e sindacati. Oltre al premier, Mario Monti, al ministro del Welfare, Elsa Fornero, e al viceministro dell'Economia, Vittorio Grilli, intorno al tavolo sedevano Susanna Camusso (Cgil), Raffaele Bonanni (Cisl), Luigi Angeletti (Uil) e Giovanni Centrella (Ugl). Nulla di fatto: secondo i sindacalisti l'incontro è terminato "senza risposte né nel merito né nel metodo per il futuro". Diversa la posizione del Governo, che in una nota ha dichiarato di aver "ascoltato attentamente le rappresentanze sindacali". Ai sindacati, però, non è bastato: hanno quindi confermato le manifestazioni previste per oggi in tutta Italia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacati contro la manovra Monti Indetto uno sciopero di tre ore

ChietiToday è in caricamento