Ortona, un nuovo parcheggio e fermata in sicurezza per l'autobus a Santa Liberata

Una zona particolarmente frequentata per la presenza dell'ospedale Bernabeo, delle scuole e del centro commerciale

Nuova area parcheggio e fermata del trasporto pubblico urbano in sicurezza, a Santa Liberata, a Ortona, nell'area in cui sorgono l'ospedale Bernabeo, gli istituti scolastici e il centro commerciale. 

Si tratta di una zona particolarmente frequentata e interessata da una viabilità sostenuta per la presenza di servizi pubblici, commerciali e soprattutto per la presenza degli istituti scolatici.

Con delibera di giunta, l’amministrazione comunale aveva approvato il progetto per l’istituzione di questa nuova area di sosta a pagamento nel quartiere di Fonte Grande e, soprattutto, è stata prevista una nuova regolamentazione del traffico veicolare rispondendo alle esigenze di una maggiore sicurezza dell’utilizzo delle vie vicine all’ospedale e al polo scolastico, con un percorso adatto alla fermata per gli autobus.

"Con la nuova sistemazione della viabilità e del parcheggio – spiega il sindaco Leo Castiglione – raggiungiamo un doppio obiettivo riqualificando un’area pubblica oggi non utilizzata, ma soprattutto si prevede una nuova regolamentazione del traffico, rispondendo anche a una maggiore sicurezza dell’utilizzo delle vie vicine all’ospedale e al polo scolastico. Gli autobus con il nuovo percorso potranno fermarsi in sicurezza, non più sostando sulla carreggiata stradale, una soluzione che è stata predisposta dalla polizia municipale per assicurare una migliore viabilità urbana e per questo, insieme al nuovo percorso con fermata interna degli autobus, è stata prevista una nuova segnaletica orizzontale e verticale. L’amministrazione si è impegnata per trovare la soluzione più adatta per garantire la sicurezza dei ragazzi che vanno a scuola nell’ambito di una più regolare disciplina del trasporto pubblico locale. Inoltre il nuovo parcheggio offre una soluzione anche alle richieste dell’utenza del vicino ospedale".

Infatti, nell’area di sosta a pagamento realizzata nell’ex area adibita prima a terminal e poi come centro di raccolta dei rifiuti, sono stati realizzati 60 stalli per strisce blu e una ventina per il parcheggio gratuito, con una quota riservata ai disabili e una per cicli e motocicli. È previsto anche il posizionamento di una barriera, per evitare l’ingresso nell’area parcheggio di caravan.

"Predisponendo questo nuovo parcheggio – sottolinea l’assessore Cristiana Canosa – cerchiamo di rispondere alle richieste dell’utenza, che soprattutto la mattina risulta notevole in coincidenza con le attività dei servizi ospedalieri e quelle legate agli istituti scolastici. Inoltre la circolazione veicolare è stata organizzata in modo da rendere più scorrevole e sicuro il traffico dei mezzi pubblici e privati in questa zona della città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IMG-20200924-WA0008-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una bimba abruzzese disegna il nuovo peluche venduto da Ikea

  • Le Iene a Lanciano dopo l'aggressione a Giuseppe per un focus sulle comunità Romanès

  • Negozio di abbigliamento cerca personale per imminente apertura al Megalò

  • VIDEO - Facevano acquistare alla Asl protesi a prezzo gonfiato: quattro persone arrestate e 2 medici sospesi

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutti i divieti e le restrizioni in vigore per un mese

  • Serve clienti al bancone dopo le 18: barista sanzionato dai carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento