rotate-mobile
Economia

Intervento di messa in sicurezza a Sant'Apollinare per la regolazione della portata d’acqua del fiume Moro

Approvata dalla Regione la graduatoria per circa 1,4 mln di euro per la prevenzione dei rischi in agricoltura da calamità naturali. Quattro gli interventi in Abruzzo fra questi sarà anche possibile efficientare e mettere in sicurezza il torrente Archiano in località Piana delle Vigne – Tornareccio

Sono quattro i progetti finanziati dalla Regione Abruzzo con circa 1 milione e 400 mila euro destinati alla prevenzione del rischio di calamità naturali nel comparto agricolo, in particolare al consolidamento dei versanti del territorio soggetti a smottamenti e frane, alla regolazione della portata dei fiumi abruzzesi e alla realizzazione di canalizzazioni e pozzetti per il drenaggio delle acque superficiali.

Il vicepresidente della giunta regionale con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, ha infatti reso noto che è stata approvata la graduatoria nell’ambito del Programma di sviluppo rurale (Psr) per il sostegno agli agricoltori, per il tramite di enti e consorzi, finalizzato a realizzare opere che possano ridurre i rischi di eventuali situazioni di dissesto idro-geologico per fenomeni climatici avversi.

In provincia di Chieti si potrà realizzare l’opera di stabilizzazione e di regolazione della portata d’acqua del fiume Moro, in località Santa Apollinare nel territorio comunale di San Vito Chietino  (245.280,85 euro), inoltre sarà possibile adeguare efficientare e mettere in sicurezza il torrente Archiano in località Piana delle Vigne – Tornareccio (382.609,24 euro)

"L’emergenza maltempo rende purtroppo particolarmente attuale tale misura – dichiara Imprudente – considerato altresì che gran parte del territorio regionale è esposto, secondo il vigente Piano di assetto idrogeologico (Pai), a rischio dissesto. È quantomai necessario, dunque, porre un argine a questo tipo di eventualità, finanziando progetti tesi a realizzare opere che preservino i nostri agricoltori da eventi franosi e allagamenti diffusi. Un intervento fondamentale e sempre più necessario nella nostra regione in ragione dell’aumento della frequenza di eventi meteorici estremi che continuano a generare ingenti danni alle aziende agricole, in un territorio sempre più vulnerabile".

Questi gli altri progetti finanziati: saranno effettuati interventi nella piana del Fucino a favore del Consorzio di Bonifica Ovest (400.000 euro) per il recupero ed il miglioramento della funzionalità idraulica dei reticoli idrografici e l’efficientamento dei canali di bonifica nei territori comunali di Luco dei Marsi, Ortucchio e Trasacco, atti a ridurre le conseguenze di eventi atmosferici calamitosi e potenzialmente catastrofici; inoltre sarà possibile intervenire per prevenire e ridurre il rischio di perdita del potenziale produttivo e zootecnico in località Colle delle Vacche nel Comune di Pratola Peligna, dalla frazione Bagnaturo al rifugio Casa delle Vacche, fino allo stazzo Laccio Rosso (349.395,38 euro); infine, si potrà realizzare l’opera di stabilizzazione e di regolazione della portata d’acqua del fiume Moro in località Santa Apollinare nel territorio Comunale di San Vito Chietino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervento di messa in sicurezza a Sant'Apollinare per la regolazione della portata d’acqua del fiume Moro

ChietiToday è in caricamento