Economia Atessa

Proteste alla San Marco di Atessa contro i licenziamenti collettivi: fuori dall'azienda 50 dipendenti su 163

I lavoratori hanno scioperato e manifestato dinanzi ai cancelli dello stabilimento

Un dramma occupazionale quello che si sta consumando alla San Marco Industrial di Atessa, dove l'azienda ha stabilito l'avvio dei licenziamenti collettivi. Ieri mattina i lavoratori hanno scioperato e manifestato dinanzi ai cancelli dello stabilimento che produce cassoni e accessori per veicoli commerciali. Fuori dall'azienda 50 dipendenti su 163.

"Tanta è stata la solidarietà nei confronti del gruppo di dipendenti che da mesi subisce l'arroganza della società - afferma Amedeo Nanni, della Fim Cisl -. L'azienda ha deciso di dare avvio ai licenziamenti nonostante la possibilità di altri mesi di cassa straordinaria e di cassa Covid. Questo sindacato - aggiunge - aveva proposto a tutte le altre sigle di organizzare uno sciopero, per quello che sta accadendo, a livello nazionale, ma, purtroppo, anche in questa occasione abbiamo ricevuto dinieghi".

Al momento lo stabilimento lavora quasi esclusivamente per la Sevel.

"Noi - ribadisce la Fim-Cisl - continueremo ad attuare tutte le iniziative possibili a tutela dei lavoratori, delle famiglie e, quindi, del territorio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proteste alla San Marco di Atessa contro i licenziamenti collettivi: fuori dall'azienda 50 dipendenti su 163

ChietiToday è in caricamento